Martedì 15 Marzo 2011

Incidente in Valtellina:
grave imprenditore erbese

ERBA Nicola Achille Colombo, imprenditore erbese di 43 anni, è in coma dopo un terribile incidente stradale in cui è rimasto coinvolto in Valtellina. Colombo, trasportato all'ospedale di Sondalo in stato di incoscienza, ha riportato traumi molto gravi nell'incidente fra la sua Audi A3 e un furgone guidato da un cittadino straniero, il quadro clinico di quest'ultimo non sarebbe invece preoccupante.
Nicola Achille, figlio di Daniele Colombo, è un imprenditore molto conosciuto in città: suo padre e suo zio, Silvano, erano i proprietari della cementeria di Cassago Brianza che fu ceduta agli inizi degli anni 90 (la famiglia Colombo ha avuto compartecipazioni anche in compagnie aree e nella Canzese calcio).
Da quanto è stato possibile ricostruire, sabato sera l'imprenditore erbese si trovava alla guida della sua automobile mentre da Bormio, dove è proprietario di una casa di villeggiatura, stava facendo ritorno verso Erba quando è stato coinvolto in un terribile incidente con un furgone all'interno della galleria "Bolladore", fra Grosio e Sondalo. Sul posto, per i soccorsi, è anche intervenuto l'elicottero del 118 e la strada è stata chiusa a lungo per permettere anche ai vigili del fuoco di operare in sicurezza.
Il bilancio delle ferite riportate dalle due persone è molto diverso: mentre Colombo è il più grave, ed è in prognosi riservata, non destano preoccupazioni invece le condizioni dell'altro ferito. Sul posto, per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente, c'erano i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Tirano: la galleria è stata chiusa al traffico per circa tre ore e il traffico su entrambi i lati di marcia è stato dirottato sulla vecchia strada provinciale che porta a Grosio e Sondalo. Nel frattempo i vigili del fuoco hanno provveduto anche alla pulizia della sede stradale e per lo spostamento dei mezzi coinvolti nell'incidente sono arrivati due carro attrezzi. Per verificare la riapertura della galleria erano presenti anche uomini dell'Anas. Proprio per il protrarsi dei rilievi fino alla tarda serata non era stato possibile ricostruire una dinamica esatta dell'accaduto per capire come si fosse verificato lo scontro.
Quando i parenti di Nicola Achille Colombo sono stati informati del terribile incidente, hanno raggiunto l'ospedale di Sondalo in Valtellina per stare vicino al loro caro, in attesa di ricevere notizie più rassicuranti riguardo al suo quadro clinico.

f.angelini

© riproduzione riservata