Martedì 22 Marzo 2011

Vighizzolo, ormai pronta la sede
del corpo di Polizia municipale

CANTU' Non solo un punto di riferimento per effettuare segnalazioni in tema di sicurezza o dove potersi mettere in regola dopo essere stati beccati in divieto di sosta, ma quasi una sede distaccata dell'anagrafe, dove ottenere certificati e autenticazioni. E' quasi tutto pronto per l'inaugurazione del comando della polizia locale di Vighizzolo, in piazza Piave, che dovrebbe aprire i battenti davvero a breve, per la fine del mese. Gli spazi sono stati rimessi in ordine, l'insegna sta per venire sistemata sopra l'ingresso, nei prossimi giorni si installeranno i computer e i mobili sono già montati. E peraltro sono rigorosamente prodotti locali, visto che, raccogliendo l'appello lanciato dall'assessore alla Sicurezza Andrea Lapenna, sono stati donati dall'azienda dei fratelli Virginio e Attilio Marelli. Giusto per scongiurare ulteriori tentazioni del Comune a rivolgersi a qualche multinazionale dell'arredo low cost, viste le magre finanze del municipio, che tanto scandalo suscitarono nei mesi scorsi. La sede distaccata dei vigili ha trovato posto all'interno di locali di proprietà della parrocchia, alla quale piazza Parini pagherà l'affitto e alla quale è spettata l'ultima parola per concederne l'uso. Il comando di piazza Piave, nelle intenzioni, sarà a disposizione del pubblico tutti i giorni, dalle 8 di mattina al tardo pomeriggio, e qui sarà presente, oltre al vigile di quartiere già operativo da tempo, un altro agente fisso, per far sì che anche alternandosi possa essere garantita una presenza costante. Già individuati i due agenti in questione, che avranno la possibilità di erogare un servizio in più: «Inizialmente - spiega l'assessore Lapenna - si pensava di affidare loro solo il compito di raccogliere le richieste dei cittadini per certificati e autenticazioni», il che avrebbe significato, per il richiedente attendere qualche giorno. Come dire: ci si metterebbe di meno ad andare di persona fino all'anagrafe. «Ora però - prosegue - attraverso una speciale delega conferita dal sindaco, potranno di fatto venire equiparati a un ufficiale dell'anagrafe e rilasciare certificati. Un servizio che ritengo possa essere molto utile per la gente, soprattutto per gli anziani». Il che significa che in piazza Piave sarà possibile presentare le proprie segnalazioni, chiedere informazioni e pagare le multe. E sbrigare pratiche burocratiche, quindi. Tema sempre attuale quello della sicurezza, in tutta la città e soprattutto qui. Tanto che per incrementarla sono state recentemente installate due nuove telecamere, una nella stessa piazza Piave e un'altra all'incrocio tra via Baracca e via Montello, nei pressi della tabaccheria già più rapinata, e da parte del consigliere di Lavori in Corso Ivano Pellizzoni era stata avanzata la proposta di aggiungerne un altro paio, sempre in centro, per garantire il controllo di tutti gli esercizi pubblici della zona, anche recentemente finiti nel mirino dei ladri. Proposta declinata: semmai si sostituiranno quelle attuali con modelli tecnologicamente più all'avanguardia.

l.barocco

© riproduzione riservata