Domenica 03 Aprile 2011

Frane al Buco del Piombo:
per sicurezza grotte chiuse

ERBA Una stagione forse perduta. E non solo. C'è, addirittura chi profetizza che la frana del Buco del Piombo possa precludere per sempre le visite. Sembra che occorrano interventi di grande portata e quindi investimenti milionari per la messa in sicurezza della grotta più famosa della nostra provincia, che è di proprietà privata. Il danno dovuto alle frane è importante, come rivelano i sopralluoghi eseguito dalla direttrice Camilla Sossnovsky e dai tecnici nell'intero circondario della grotta. I crolli si sono sommati nel tempo e l'ultimo episodio ha arrecato un danno importante. «Il disgelo e le intemperie invernali - spiega la  Sossnovsky - sono stati alla base di questi forti danni. Le rocce sono friabili e grosse pietre sono cadute ai margini della grotta. Un grosso masso ha divelto la staccionata che ripara il passaggio e la scala che conduce all'interno. L'energia elettrica è danneggiata. E, soprattutto, i cedimenti non sembrano arrestarsi».
E' rovinata l'apertura del sito la cui apertura alle visite era programmata per il 25 aprile. «Siamo in grande difficoltà - dice la direttrice - continuano ad arrivare chiamate dalle comitive che vogliono capire se le passeggiate saranno possibili>
Il sindaco Marcella Tili  tende a ridimensionato l'accaduto: «Ci siamo mossi con tempestività e la riunione lampo della commissione ha deciso subito per la chiusura del sito - spiega il sindaco -  I rilevamenti tecnici avverranno a cura degli esperti. Teniamo moltissimo a questo patrimonio naturale della città e faremo tutto il necessario per recuperarlo e ripararlo. Convocheremo le proprietà per ripartire le spese degli interventi».

m.butti

© riproduzione riservata