Venerdì 08 Aprile 2011

Novedratese, doppio cantiere
Si interviene anche per il gas

NOVEDRATE - Doppio cantiere sulla provinciale Novedratese, l'arteria viaria sulla quale ogni giorno transitano oltre 32 mila mezzi al giorno e che per i prossimi 18 mesi dovrà fare i conti con forti rallentamenti alla circolazione: tradotto in pratica, significa grossi disagi in arrivo per gli utenti della strada.
Parallelamente alle opere di riqualificazione del tratto della Sp 32 compreso tra lo svincolo di via Cimnago di Novedrate sino alla rotatoria del Borriero a Figino Serenza avviati dall'amministrazione provinciale di Como, infatti, il comune si sta organizzando per spostare e potenziare la rete del gas metano che passa proprio nel sottosuolo al centro della Novedratese. «Abbiamo la necessità di sostituire le tubazioni che risalgono agli anni '70 - spiega il vicesindaco Serafino Grassi -: alcune condotte sono obsolete e comunque vanno potenziate vista l'altra concentrazione delle attività produttive presenti in quell'area. Abbiamo deciso di intervenire ora proprio per sfruttare il cantiere già avviato da Villa Saporiti e intervenire contestualmente per un'unica soluzione». Si tratta di un investimento da poco più di 200 mila euro che il comune di Novedrate spenderà per le reti del metanodotto che sono di sua proprietà: i lavori, però, saranno coordinata dalla concessionaria del servizio, ovvero la Edison Gas. In totale saranno coinvolti 1.615 metri di tubazioni suddivisi in quattro passaggi di lavoro: i primi due serviranno la media pressione (970 metri, da via Cimnago a via Mariano e altri 645 da via Meda a via Mariano) in grado di raggiungere le attività produttive e le abitazioni, mentre gli ultimi due saranno destinati alla bassa pressione (420 metri tra via Cimnago e via Vecchia Canturina e 490 metri tra via Meda e via Mariano) per raggiungere le abitazioni private. Fondamentale, poi, spostare le reti dalla posizione attuale, cioè il centro della carreggiata della Novedratese, a lato perché in caso di guasto, di perdita o di qualsiasi altra necessità di intervento, non è pensabile andare a chiudere il transito dei messi lungo la Sp 32 che diventerà pure a quattro corsie.
L'intervento avviato in questi giorni da Villa Saporiti, infatti, punta alla messa in sicurezza di 2 chilometri di provinciale, di cui uno - quello tra la rotatoria di via Vecchia Canturina a Novedrate e il rondò del Borriero a Figino - verrà interessato dal raddoppio delle corsie passando dalle attuali due alle future quattro, mentre nel tratto tra via Cimnago e la rotatoria di via Vecchia Canturina saranno realizzate due corsie a salire verso Arosio e una in discesa verso Carimate. Il cantiere sarà curato dall'impresa vincitrice della gara d'appalto (la Foti di Como che ha proposto un ribasso del 45,55% per un investimento finale di un milione e 865 mila euro, in parte finanziato dai comuni di Novedrate e Figino) che ha suddiviso l'intervento in 13 cicli di lavoro: si inizierà dal tratto tra via Cimnago e la rotatoria di via Vecchia Canturina lungo il quale in questi giorni verranno sistemati i new jersey per delimitare l'area dei lavori che si concentrerà sull'allargamento della carreggiata l'allacciamento della fognatura nel lato nord, verso Arosio.

f.cavagna

© riproduzione riservata