Venerdì 08 Aprile 2011

Gestione privata impianti sportivi:
a Mariano c'è solo un'offerta

MARIANO - Cambia la forma, ma non la sostanza perché sarà sempre e solo lo Xenia Sport la società sportiva che presenterà un'offerta per la gestione privata del centro sportivo di via per Cabiate. Il Mariano Calcio e la Virtus, infatti, ufficializzano di non essere interessati alla procedura negoziata, avviata dall'amministrazione comunale in seguito al “fallimento” del bando a evidenza europea pubblicato settimana scorsa cui ha partecipato sempre e solo la Xenia, poi esclusa per un cavillo burocratico. «Non siamo assolutamente nelle condizioni di prenderci questo impegno - dichiara Giuseppe Brenna, presidente della Virtus -: la nostra società è piccola, con esigenze contenute. Non siamo strutturati per affrontare un bando di questo importo». Brenna, però, vorrebbe andasse a una società marianese: «Che sia lo Xenia Sport, piuttosto che il Mariano Calcio - prosegue - non fa differenza: sono società valide con le quali già collaboriamo e lo preferiremmo al fatto che arrivi un esterno a gestire i campi marianesi. Se riuscisse a spuntarla la Xenia, sarebbe più giusto perché alla fine è la società che ha investito di più in questa operazione». Per Brenna è fondamentale un altro aspetto: «Che il comune ci assicuri sempre di allenarci alle stesse condizioni economiche e orarie di oggi, indipendentemente da chi sarà il gestore».
Anche Carlo Giobbi, del direttivo del Mariano Calcio, smentisce un interessamento da parte della società alla gestione del centro di via per Cabiate: «Non ci pensiamo nemmeno - dichiara -: la nostra realtà fa giocare a calcio oltre 300 ragazzi non per scopo di lucro, ma solo morale e sociale. Impegnarsi in un investimento del genere e in un'attività come quella che si prospetta con la riqualificazione chiesta dal comune, prevede invece la volontà di ricercare un business e non è quello che sappiamo fare noi. Lo Xenia, invece, che vive già questa realtà con la sua struttura in via Lambro, è giusto che si proponga al comune perché alle spalle ha un'esperienza diversa. L'importante, però, è che si decida in fretta perché bisogna rendersi conto che se non saremo pronti la prossima stagione con i campi in sintetico, sarà emergenza vera per tutti».
Infine Vittorio Mauri, consigliere dello Xenia Sport: «Ripresenteremo l'offerta che avevamo preparato per l'altro bando - dichiara -: a questo punto è fondamentale trovare qualcuno che faccia questa operazione che permetterà al comune di realizzare anche un nuovo campo a 11 in sintetico in via Santa Caterina da Siena. Se ci esponiamo così apertamente è perché avendo un settore giovanile, intendiamo guardare al futuro sapendo bene quanto sia la fame di campi oggi». Infine compare anche l'ipotesi della stipula di un'alleanza a tre per gestire insieme il centro sportivo di via per Cabiate: «E' una proposta di difficile concretizzazione soprattutto a livello pratico - conclude Mauri -, però sono aperto al confronto e se qualcuno ha delle proposte, sono disposto ad ascoltarlo più che volentieri. L'importante è decidersi perché a metà agosto inizieranno i ritiri per le preparazioni atletiche delle squadre e qui il tempo continua a correre senza che si faccia o si decida nulla. Così non può più essere».

f.cavagna

© riproduzione riservata