Lunedì 11 Aprile 2011

Gli confiscano l'auto
e lui si aggrappa al volante

LOMAZZO Quando ha realizzato che non solo avrebbe perso la patente ma anche la proprietà del suo veicolo, una Mini Cooper di colore grigio con appena un anno di "vita", si è disperato al punto da fare una sorta di resistenza passiva alla confisca del mezzo.
A inchiodare un trentenne comasco è stato l'alcoltest della polizia stradale di Como che, impegnata con la polizia locale di Lomazzo in una serie di controlli a un rondò sulla Novedratese, nella notte fa sabato e domenica ha ritirato 11 patenti per guida in stato d'ebbrezza e confiscato due automobili (una Mini Cooper e una Volkswagen Golf).
Il valore fatto registrate dall'automobilista della Mini Cooper era veramente elevatissimo: 2,32 grammi di alcol per litro di sangue (il limite previsto dalla legge è di 0,50 grammi). Oltre ad aver sfondato di oltre il quadruplo il massimo previsto dal Codice della strada, il trentenne automobilista aveva anche ampiamente superato il fatidico livello di 1,50 grammi per litro, soglia dalla quale scatta la confisca della vettura, se il conducente è anche proprietario del mezzo. L'automobilista, probabilmente anche perché sotto i fumi dell'alcol, ha fatto una sorta di disperata resistenza passiva portando al limite della pazienza gli agenti della Polstrada, che comunque non sono arrivati fino al punto di doverlo denunciare. La vettura, della quale il proprietario non aveva ancora finito di pagare le rate, è stata portata via dal carroattrezzi e in un periodo di 6/8 mesi verrà battuta all'asta giudiziaria del Tribunale di Como.
Farà la stessa fine anche un'altra automobile, però incidentata, una Volkswagen Golf il cui conducente è andato dritto in una curva, finendo contro un muro. Sul posto sono intervenuti gli agenti della stradale che hanno effettuato il controllo dell'alcolemia e verificato che l'uomo, che comunque non ha riportato ferite gravi, era alla guida con un tasso di alcol di 1,62 grammi per litro. Anche in questo caso la vettura è stata portata via dal carroattrezzi e verrà venduta all'asta giudiziaria mentre l'automobilista si è visto ritirare la patente per guida in stato d'ebbrezza.
Il posto di controllo al rondò sulla Novedratese della polizia stradale è durato tutta la notte e in tre occasioni i conducenti, alla vista degli agenti, hanno tentato una repentina inversione che però non è servita a nulla: le vetture sono state raggiunte dai poliziotti che poi hanno controllato e sanzionato i conducenti (tutti alla guida con un tasso di alcol superiore a 1 grammo).

f.angelini

© riproduzione riservata