Lunedì 09 Maggio 2011

Rodero rinuncia ancora
all'addizionale Irpef

RODERO È un bilancio preventivo 2011 improntato al risparmio, quello approvato dal consiglio comunale con il voto contrario del consigliere di maggioranza Giacomo Morelli, i voti favorevoli dei restanti esponenti del gruppo maggioritario e l'astensioni dei due rappresentanti gruppo di opposizione. “Un documento che tiene conto dello stato di crisi in cui ci troviamo –ha spiegato il primo cittadino Attilio Epistolio- e della constatazione che l'amministrazione si avvia alla conclusione del proprio mandato elettorale. Ci rimane soltanto un anno alla scadenza e per questo non abbiamo voluto condizionare le scelte future consegnando all'amministrazione che ci succederà una situazione economica priva di movimenti e di investimenti. Da qui la decisione di non accendere mutui e di andare avanti completando i lavori in corso e realizzando interventi di ordinaria manutenzione senza ricorrere a prestiti”. Il settore delle opere pubbliche prevede, infatti, piccoli lavori che verranno finanziati con fondi propri di bilancio o contributi  come la sostituzione delle pompe dell'acquedotto per un importo di circa 25 mila euro; la riqualificazione della pineta del colle San Maffeo per 50 mila euro, opera finanziata dall'amministrazione provinciale; la realizzazione di un parcheggio in via San Maffeo per circa 47 mila euro; l'asfaltatura di via Como e di via al Confine per 50 mila euro di cui 27 mila  accantonati dalla precedente gestione finanziaria. “Sono opere che impegnano somme modeste – ha detto il sindaco Epistolio -  e che fra l'altro non possiamo ulteriormente procrastinare. Per far quadrare i conti del bilancio dal momento che ci è venuto meno il 10 per centro delle entrate, circa 100 mila euro, rispetto allo scorso anno, abbiamo dovuto fare per forza di cose tagli in diversi capitoli del bilancio”. Per chiudere in pareggio il bilancio, l'esecutivo ha diminuito di 600 euro le indennità di presenza del consiglio comunale e di carica alla giunta; 4000 la manutenzione ordinaria e la pulizia degli immobili;  1000 stampati, cancelleria e fotocopie; 1000 i servizi della Protezione; 4000 il contributo ordinaria alla scuola dell'infanzia; 500 l'acquisto libri per la biblioteca e 200 le iniziative a favore degli anziani. A conclusione dell'elencazione dei risparmi operati nel documento finanziario, il sindaco Epistolio ci ha tenuto a puntualizzare che “la giunta, pur a conoscenza del marcato decremento delle risorse trasferite ai Comuni, anche per l'anno 2011 non ha previsto l'addizionale Irpef né aumenti di tasse e tariffe”. Nel suo intervento ha ancora detto che “la difficile situazione economica, le difficoltà che alcune nostre famiglie riscontrano per arrivare a fine mese, ha convinto la giunta a non aumentare il carico tributario sui roderesi e confermare tutti i servizi in essere”.

f.angelini

© riproduzione riservata