Mercoledì 01 Giugno 2011

Cantù, addio alla vecchia tranvia
E' stata venduta ai privati

CANTU' E' stato firmato l'atto per la cessione di tre porzioni di terreno sul percorso della vecchia tranvia tra via Brianza e via Monte Baldo a Vighizzolo. Viene così ufficializzata la vendita di un'area dedicata al trasporto pubblico, che da più di cinquant'anni era stata dismessa ma era di pertinenza del pubblico demanio. In un primo momento lungo quest'area c'erano ancora i binari.
Negli anni Venti entrò infatti in funzione la nuova linea del tram che partiva da Cantù piazza Garibaldi e arrivava sino a Monza, in piazzale Trento e Trieste. La tratta era conosciuta anche come quella del “tram bianco” e rimase in funzione fino a metà degli anni Cinquanta: quando venne sostituita dal nuovo bus di linea, che esiste ancora oggi, la linea C80 della Asf.
E' interessante notare come quel progetto sostituì quello della realizzazione di una tratta ferroviaria tra Cantù e Mariano Comense, già approvata dalla Provincia di Como, un 'opera che se fosse stata realizzata avrebbe risolto molti dei problemi di collegamento diretto con Milano.
Il tratto della ex tranvia interessato alle prime vendite è quello compreso tra le vie Arcangelo Corelli e Monte Baldo. I tre pezzi di terreno interessati hanno una superficie nel complesso di 855 metri quadrati e sono stati venduti a privati confinanti alla cifra di sessanta euro al metro quadrato, per un prezzo complessivo di circa 51 mila euro.
Nei prossimi giorni verrà perfezionata un'altra cessione di questo tratto inferiore della ex tranvia per un valore di circa cinquantamila euro. Si tratta di un'area di circa 1.000 metri quadrati, che prevede anche una piccola permuta di terreno. L'acquirente è l'attuale titolare della pompa di benzina di via Monte Baldo, che dovrebbe cedere al Comune una piccola porzione di terreno lungo via Cesare Cattaneo, in cambio di un altro fazzoletto lungo via Monte Baldo: così da permettere la futura realizzazione di una nuova rotatoria che faciliti il deflusso del traffico da e verso la zona industriale canturina al confine con la frazione Olgelasca del comune di Brenna.
Nelle prossime settimane saranno poi definiti i termini della cessione ai privati anche dei lotti della parte superiore della ex tranvia, tra la via Arcangelo Corelli e la via Brianza.
Al prezzo di acquisto eventuale delle aree di sessanta euro al metro quadrato la vendita dell'altra metà parte dei terreni ai privati dovrebbe fruttare al Comune una cifra non inferiore ai 100 mila euro. In tutto si tratta di un'operazione di almeno 200 mila euro che porterà una piccola boccata d'ossigeno alle esauste casse municipali.

r.foglia

© riproduzione riservata