Domenica 05 Giugno 2011

Mezzegra, prende forma
il percorso sulla fine del Fascismo

MEZZEGRA Tra Giulino, dove c'è villa Belmonte (il luogo dove secondo la storiografia ufficiale è avvenuta la fucilazione di Benito Mussolini e Claretta Petacci), e il cuore antico di Bonzanigo (dove un po' modificata c'è la casa già della famiglia De Maria dove il duce e la sua compagna hanno trascorso l'ultima notte) è stato istituito un percorso storico. Le stradine antiche, in gran parte pedonali, sono state ripavimentate e tra non molto verrà realizzata una nuova illuminazione con lampade in stile. Il percorso ha preso le connotazioni di "Itinerario storico-culturale collegato alla fine della seconda guerra mondiale" e comprende la riqualificazione dell'immobile delle ex scuole per l'eventuale accoglimento di testimonianze collegate all'epilogo del fascismo. La pavimentazione delle stradine è stata ultimata, rimangono da eseguire l'illuminazione e la riqualificazione dell'immobile, complessivamente un intervento di 210 mila euro. Ad Azzano, lungo la statale Regina, accanto alla piazza intitolata al fatto storico del 28 Aprile 1945 sarà collocato un cartello per indicare il percorso delle ultime ore del duce.
Mezzegra si candida inoltre per l'accoglienza di una sezione museale riferita al contrabbando nel periodo immediatamente successivo alla conclusione della guerra, una memoria assente sul lago e nelle valli, con la sola eccezione del piccolo museo di Erbonne.

m.butti

© riproduzione riservata