Lunedì 06 Giugno 2011

Fecchio, colletta tra i fedeli
400 mila euro per la chiesa

CANTU' Piove dentro la chiesa. Per intervenire, almeno, il raddoppio dell'offerta domenicale. Ma per chi vuole impegnarsi di più, c'è anche la possibilità di prestare fondi a interessi zero. La colletta da quasi mezzo milione di euro, i soldi che serviranno a sistemare il tetto della chiesa di via per Alzate, riguarda tutti i fedeli all'ombra della parrocchia di San Carlo, Fecchio.
«Pur nelle difficoltà attuali, osiamo far appello alla partecipazione di tutti, secondo possibilità. E, già da ora, ringraziamo con affetto cordiale e una preghiera. Per sostenere un considerevole impegno economico: circa 400mila euro».
In questi giorni, monsignor Giuseppe Longhi, prevosto della comunità San Vincenzo - oltre a San Carlo, le parrocchie di San Paolo, San Teodoro e San Michele - ha preparato un testo rivolto a tutte le famiglie.
«Carissima famiglia, rivolgiamo a tutti un fraterno saluto e un augurio di bene – si legge – con la commissione affari economici della parrocchia di San Carlo portiamo a conoscenza a tutte le famiglie che siamo costretti ad intervenire per il rifacimento del tetto della chiesa di San Carlo. Tali lavori si sono resi improrogabili ed urgenti, a causa della copertura usurata, al punto da non essere più in grado di trattenere le frequenti infiltrazioni d'acqua con il rischio di compromettere seriamente il rivestimento interno».
La solidarietà per consentire il rifacimento del tetto potrebbe concretizzarsi secondo diverse modalità, previste dai vertici decisionali della comunità San Vincenzo.
«Chiediamo ai parrocchiani - prosegue il testo - alcuni possibili gesti importanti. La busta straordinaria, la prima domenica di ogni mese durante le Sante Messe. Il raddoppio dell'offerta domenicale. Il prestito fiduciario infruttifero, secondo le modalità che verranno comunicate. Il versamento su specifico conto corrente IT12O0843051060000000960446, presso la Cassa Rurale ed Artigiana di Cantù, intestato a «Parrocchia San Carlo B. - Sistemazione tetto della chiesa di San Carlo Borromeo». La Cassa rurale si impegna a raddoppiare le offerte raccolte fino a 35mila euro entro il 30 giugno».
Altra modalità suggerita, «l'impegno personale, annuale o mensile, da consegnare quale offerta in parrocchia o da versare sul conto corrente bancario».
Per ulteriori informazioni, è possibile rivolgersi al sacerdote prima e dopo la celebrazione delle messe. Ma si può contattare anche la segreteria parrocchiale - il numero è 031.715220 - disponibile due ore alla settimana, il lunedì dalle 15.30 alle 17.30. Oppure, direttamente i componenti della commissione affari economici: Piero Pirini, Riccardo Tagliabue, Emanuele Zappa.

l.barocco

© riproduzione riservata