Lunedì 06 Giugno 2011

Alserio: tornano i furti
nelle auto in zona lago

ALSERIO Torna l'allarme furti nel parcheggio della zona a lago; giovedì pomeriggio, in occasione della festa della Repubblica, alcuni turisti, tornati alla loro automobile hanno trovato la brutta sorpresa: il finestrino era stato rotto e dai sedili era stata rubata la borsa. Molta la rabbia per il furto e per il danno alla vettura.
I ladri hanno agito in pieno giorno e in una zona, che visto il giorno di festa, era piuttosto affollata, mentre nell'area dei giardini era anche in servizio il vigile: molto probabilmente i ladri hanno controllato che lo stesso si allontanasse dal parcheggio per spostarsi all'interno dei giardini e nel giro di dieci minuti hanno agito, senza che nessuno se ne accorgesse. Il parcheggio, purtroppo, non è nuovo a queste scorribande di malintenzionati; a metà febbraio la stessa sorte era toccata a una mamma che accompagnava la figlia a scuola: nei pochi minuti in cui la donna era all'interno dell'edificio, due ladri spaccarono il finestrino e rubarono la borsa della donna. L'area è videosorvegliata, e il comune mette a disposizione alle forze dell'ordine che ne facciano richiesta  le immagini delle telecamere: «Siamo a disposizione, anche se la telecamera che riprende la zona compie un giro di 360 gradi e non sempre quindi riesce a cogliere – spiega il vicesindaco, Stefano Colzani -: bisogna capire dove riprendeva in quel momento».
Già a febbraio Colzani aveva ricordato che l'impianto non è di ultima generazione e che soprattutto in orari serali non offre immagini nitide di tutta l'area e in effetti all'epoca non furono per nulla di aiuto, perché non rispresero il furto. La preoccupazione per questo tipo di furti aumenta se si considera che nel corso degli ultimi dieci giorni due episodi simili sono avvenuti anche in paese, in via dei Ciliegi: il primo risale a due settimane fa, quando ad Alessio Paolo Pinato, residente nella via, era stato rubato il portafoglio, che si trovava sul cruscotto della macchina. Il giovane era rientrato cinque minuti in casa, dimenticandosi di chiudere l'automobile e, nel brevissimo spazio di tempo trascorso in casa, gli avevano rubato il portafoglio, con pochi euro all'interno: purtroppo però ha dovuto fare denuncia per i documenti, come la patente e la carta d'identità, e ha dovuto bloccare la carta di credito. Il secondo episodio sempre davanti a casa Pinato, risale allo scorso sabato sera, quando il finestrino dell'automobile di un'ospite della famiglia era stato rotto e anche in questo caso era sparita la borsa, con poco meno di cento euro, della ragazza, che si trovava lì insieme ad amici per una grigliata. «La cosa che colpisce è come questi malviventi agiscano in luoghi affollati senza la paura di venire scoperti» – sottolinea Pinato.

f.angelini

© riproduzione riservata