Venerdì 17 Giugno 2011

Stasera la voce di Noa
nella Festate di Chiasso

CHIASSO - È Passaggio a Nord il titolo scelto per questa  ventunesima edizione di Festate, il “Festival di culture e musiche del mondo” che si svolgerà, come ogni anno, a Chiasso nella piazza del Municipio. Due giorni, stasera e domani, una protagonista d'eccezione come la cantante israeliana Noa, non solo musica ma anche mercatini e solidarietà: è la formula che ha fatto apprezzare questa kermesse che, dopo avere superato l'invidiabile traguardo del ventennale, perde definitivamente la gratuità mantenendo, comunque, prezzi molto bassi e garantendo l'ingresso gratuito agli under 16. Ecco tutto il programma.
Oggi (biglietto a 10 euro) l'apertura alle 21 sarà affidata al Solis Quartet, ensemble napoletano tanto eclettico da avere diviso le scene con artisti diversissimi quali Luciano Pavarotti e Pat Metheney, Eugenio Bennato (realizzando anche un bellissimo album di riletture “classiche” di successi del cantautore) e Richard Galliano, Jovanotti e Andrea Vollenweider fino alla stessa Noa con la quale hanno appena pubblicato un album in omaggio alla loro città d'origine: Noapolis. Non sarà, però, incentrata su quest'ultimo disco la performance dell'artista accompagnata, come sempre, dal chitarrista Gil Dor. Si tratterà, piuttosto, di un viaggio attraverso tutta la  lunga e sfaccettata carriera di un'interprete che non si è mai posta confini musicali così come cerca di abbattere quelli politici e religiosi. L'artista si era esibita al Cinema Teatro, anni fa, e a Como in piazza Cavour: come i suoi numerosissimi fan sanno è sempre in grado di dispensare emozioni cantando in diverse lingue e affrontando generi differenti (il momento dell'applauso più forte, comunque, è sempre quello riservato a Life is beautiful, scritta dal Premio Oscar Nicola Piovani per La vita è bella di Benigni). La prima serata si concluderà con un dj set di Luka Rudeboy e Raba di Retetre. E non è tutto: c'è spazio anche per le giovani formazioni di “Scena-off” nella vicina via Vela. Alle 19 il rock dei Soundfollowers, alle 20 la world music dei Masnada. Domani (biglietti a 7 euro) verrà ricordata sul palco la “Giornata mondiale del rifugiato” così come non mancheranno momenti di solidarietà grazie al mercatino Oasi. L'apertura, sempre alle 21, è stata affidata al folk-rock degli scozzesi Skerryvore, direttamente dall'isola di Tiree nelle Ebridi. Ci si sposta in Mogolia per ascoltare i Namgar, quintetto che pone al centro la voce quasi ultraterrena di Namgar Lkhasaranova. In conclusione un incontro davvero multiculturale, quello con la National Fanfare of Kadebostany che riunisce musicisti provenienti da Svizzera, Kazakstan, Bielorussia, Polonia e Romania. È possibile abbonarsi alle due serate con un biglietto unico a 15 euro.
Tutte le informazioni sul sito www.chiassocultura.ch/festate.
Alessio Brunialti

c.colmegna

© riproduzione riservata

Tags