Venerdì 17 Giugno 2011

Olgiate: i compensi
di sindaco e assessori

OLGIATE COMASCO Cambia la giunta, ma non i compensi di sindaco e assessori. Il mandato del neo primo cittadino Maria Rita Livio inizia nel segno della continuità. Confermate, infatti, le indennità di funzione stabilite dalla precedente maggioranza: 2.650 euro lordi al sindaco, 1.457 euro lordi al vicesindaco e 1.192 euro lordi agli assessori. Le rispettive indennità saranno ridotte del cinquanta per cento per i lavoratori dipendenti che non abbiano richiesto l'aspettativa. In vista, dunque, nessun aumento, né diminuzione delle spese della politica.
«Abbiamo riproposto i medesimi compensi stabiliti dalla precedente maggioranza – spiega il sindaco – Non vogliamo assumere atteggiamenti di demagogia. Siccome l'emolumento viene comunque erogato per legge, lo riceveremo e poi ognuno lo adopererà secondo coscienza. Non voglio costringere nessuno a fare qualcosa. Né peraltro annunciare di rinunciarvi, come aveva fatto il mio predecessore, salvo poi riscuotere l'indennità spettante. Ritengo che chi impegna il suo tempo con molta serietà e onestà a servizio della cittadinanza è giusto che riceva un compenso. Oltre tutto, amministrare un Comune come Olgiate comporta un compito gravoso. Va inoltre tenuto conto che in giunta ci sono anche professionisti che devono diminuire il loro lavoro per far fronte agli impegni amministrativi, così come lavoratori dipendenti che nella pausa pranzo partono, anche da Como, e tornano a Olgiate per adempiere ai loro compiti. Credo sia giusto che venga riconosciuto questo impegno. Gli amministratori devono impegnarsi appieno, essere onesti e disponibili; se l'incarico viene assolto bene, è corretto che percepiscano il compenso che per legge ricevono».
Stessa linea di continuità anche per il gettone di presenza dei consiglieri, che resta determinato in diciannove euro lordi a seduta. Su questo punto si esprimerà lunedì sera il consiglio comunale. Niente “ribaltone” indennità di carica, che probabilmente ci sarebbe stato qualora avesse vinto le elezioni la lista «Indipendenti Centro Destra».
Il candidato sindaco Ezio Bertani, in campagna elettorale, aveva annunciato una riduzione dei compensi di sindaco e assessori per una migliore ridistribuzione delle risorse. Taglio ai costi della politica cui puntavano anche i grillini del “Movimento 5 Stelle”; avevano dichiarato che, in caso di vittoria, avrebbero destinato i gettoni di presenza dei consiglieri e dei componenti delle commissioni per fini sociali.

f.angelini

© riproduzione riservata