Domenica 26 Giugno 2011

Dongo: rubati motori
nautici per 60 mila euro

DONGO E' fruttato circa 60 mila euro il raid compiuto dai ladri ai danni del rent a boat Newton del Bersaglio. E' il valore dei sei motori da oltre 100 cavalli smontati dalle imbarcazioni all'interno del recinto della struttura. Gli autori del colpo hanno tagliato la rete metallica sul lato sud, quello meno esposto alla vista di qualcuno, portando la refurtiva all'esterno e caricandola, molto probabilmente, a bordo di un furgone bianco immortalato dalle videocamere di sorveglianza prima che venissero messe fuori uso. Le modalità d'azione sono le stesse in atto nel marzo dello scorso anno, quando i malintenzionati si portarono via addirittura 16 motori e la jeep Kerokee del gestore, Fabio Daina: in quel caso il bottino fu addirittura di 140 mila euro. Stavolta il raid si colloca nell'orario fra le 2 e le 4 di notte: «Sono mortificato e deluso - esordisce lo stesso Daina - . Il guardiano privato si è accorto del furto poco prima della 4 e mi ha avvisato. Ho chiamato subito i carabinieri, ma nelle caserme di Gravedona, Dongo e Menaggio non c'era un agente disponibile. Dopo quasi un'ora è arrivata sul posto una pattuglia da San Bartolomeo Val Cavargna. Se c'era una possibilità di individuare il furgone in strada, insomma, è stata del tutto vanificata. Non punto il dito contro nessuno in particolare - aggiunge l'interessato - ma è desolante che un cittadino dell'Alto Lario debba attendere che arrivino i carabinieri dalla Val Cavargna». Al di là dell'entità del bottino, per il rent a boat Newton il furto dell'altra notte crea maggior disagi di quello dello scorso anno: «Abbiamo appena avviato la stagione e ci troviamo con sei barche indisponibili. Le compagnie di assicurazione non mi vogliono più assicurare perché il rischio è troppo alto e io stesso comincio seriamente ad aver paura: l'altra notte mia moglie e mio figlio dormivano qui e, se ci penso, mi vengono i brividi, soprattutto di fronte alla consapevolezza che le forze dell'ordine sono così lontane. Il nostro centro, con le sue 21 barche, è il principale noleggio di motoscafi sul Lario - prosegue Daina - .  Diamo lavoro a più di quindici persone e portiamo ben 6.500 turisti a Dongo ogni stagione. In dieci anni di attività abbiamo subito numerosi furti, anche se di modesta entità prima dell'anno scorso: teniamo duro, ma personalmente mi sento un po' solo e abbandonato».

f.angelini

© riproduzione riservata