Domenica 03 Luglio 2011

Punto dai calabroni
Rischia di morire

BIZZARONE Paura per un pensionato colto da shock anafilattico dopo essere stato punto da tre calabroni. Sabato mattina attorno alle 7.40 Provino Bordessa di 60 anni pensionato approfittando del fresco stava tagliando  l'erba lungo una rivetta con il decespugliatore al centro sportivo comunale «Inexere Bizzarone Village», quando è stato punto da tre calabroni. L'uomo, sotto shock, ma ancora cosciente è riuscito a trascinarsi fino a costeggiare il prato ed è arrivato al cancello grande del campo sportivo. Fortunatamente un residente della zona di via Santa Margherita ha visto l'uomo a terra svenuto e ha prontamente avvertito la moglie Luisa Gasparini subito accorsa e che a sua volta ha telefonato al 118. L'uomo è stato punto in tre punti: sul polso sinistro, sulla spalla ed il braccio destro. Sul posto l'ambulanza del Sos di Olgiate Comasco, l'automedica e l'elisoccorso. Trasportato all'ospedale Sant'Anna di San Fermo per i trattamenti del caso con antistaminici e cortisonici rimarrà in osservazione per qualche giorno.
«Era già successo trent'anni fa – racconta la moglie Luisa – così mi aveva raccontato Provino quando non eravamo ancora sposati sempre mentre tagliava il prato dà lì aveva scoperto di essere allergico alle punture d'insetti. Poi per i casi della vita non era più accaduto fino a oggi e ci siamo presi in famiglia un bello spavento, ma è andata bene e il caso ha voluto che proprio in quel momento passasse un nostro conoscente che lo ha soccorso».

f.angelini

© riproduzione riservata