Giovedì 07 Luglio 2011

Carrozzina "sfugge"
neonate nel fiume: salve

La notizia è di quelle da non sembrare vere, tanto assurda è la dinamica, ma per fortuna tutto si è concluso per il meglio e ora quella drammatica esperienza che ha fatto temere il peggio, potrà finire nei racconti di famiglia. Di quelli che si tramandano e di certo non si dimenticano.
Due bimbe, due gemelline di soli 6 mesi, sono finite nel torrente Spoel a Livigno, dentro la carrozzina dove la madre le aveva assicurate.
Tutto è accaduto in una manciata di secondi e per una banalità: la mamma - una turista giunta nel Piccolo Tibet per sfuggire con le sue piccole alla calura della città - stava facendo una passeggiata con le due bimbe a bordo della carrozzina, lungo gli argini del torrente. Ad un tratto una stringa si slaccia e li si china per sistemarsi la scarpa, ma appena lascia la presa, la carrozzina si muove e prende velocità. Il resto lo possiamo immaginare: la donna in preda al panico che non riesce a raggiungere le sue due bambine. La carrozzina che finisce nello Spoel e le urla disperate di lei a richiamare l'attenzione. Per fortuna il torrente è di quelli poco profondi, ma le bimbe sono finite nelle acque gelide che scorrono verso il lago.
Non appena è scattato l'allarme, il pronto soccorso di Livigno ha inviato sul posto un'ambulanza che ha caricato a bordo le piccole e la madre ed è corsa alla "casa della sanità" di Livigno. Le condizioni delle neonate non sono apparse preoccupanti al medico che le ha visitate, ma una delle due piccole aveva le labbra leggermente violacee e quindi si è preferito attendere alcune ore prima di dimetterle. In serata i genitori hanno potuto fare rientro in albergo, e lasciarsi così alle spalle la brutta avventura.

a.marsetti

© riproduzione riservata

Tags