Mercoledì 13 Luglio 2011

Niente crisi per la bellezza
Trenta assunti alla Cosmint

OLGIATE COMASCO Quindici lavoratori già assunti a tempo indeterminato, altrettanti con un contratto di 18 mesi, e, nel mirino, una potenziale assunzione definitiva. Nessuno spostamento oltreconfine, ma, di contro, la prospettiva di un'ulteriore infornata di nuovi dipendenti quando il nuovo capannone sarà definitivamente completato e, a quel punto, le linee produttive potranno andare a pieno regime.
Per la Cosmint spa di Olgiate Comasco, azienda specializzata nella produzione in conto terzi di cosmetici, le notizie sul fronte della produzione sono più che positive tanto da paremettere pla firma di un contratto di secondo livello che prevede l'assunzione - già avvenuta - di 30 persone. Una trattativa lunga e complessa quella portata avanti nei mesi scorsi, con qualche concessione reciproca (la riduzione dal 75% al 50% della maggiorazione per il lavoro notturno, l'obbligo - in assenza di richieste volontarie - di 12 sabati lavorativi, lo spostamento della mensa prima dell'inizio del secondo turno per i lavoratori che attaccano alle 13.35), a riequilibrare la volontà di sviluppo di una realtà che conta oltre 160 dipendenti e lavora per il 90% verso l'estero. 
Non manca qualche mugugno tra i lavoratori storici dell'azienda per una serie di criticità che, a loro dire, andranno a peggiorare le condizioni di lavoro. La cancellazione della mansa pe ril secondo turno e il raddoppio del numero dei sabati obbligatori, i punti più contestati.  

e.conca

© riproduzione riservata