Martedì 09 Agosto 2011

Pensionato di Mariano
il morto in Valtellina

MARIANO - Glielo avevano detto. Gliel'hanno ripetuto più volte: «Non andare», «Non scendere giù per quel sentiero... è brutto, la zona è impervia». Lui - Enrico Proserpio - 66 enne pensionato di Mariano, via Brenna - non ha voluto sentir ragioni e dopo avere salutato i due compagni di escursione si è eclissato nel bosco, sul versante che porta a quel promontorio che in zona conoscono come "Dosso Cugnolo": Prato Maslino, sopra Berbenno, località valtellinese affollatissima in estate.
Lì - in fondo a un dirupo, a 1600 metri di quota - lo hanno trovato dopo oltre due ore di frenetiche e febbrili ricerche. Lì l'équipe medica ha cercato di rianimarlo disperatamente e lì è spirato nel primo pomeriggio stroncato dal secondo arresto circolatorio.
Ieri anche i soccorritori - una trentina tra soccorso alpino, guardia di finanza, vigili del fuoco e forestale - hanno rischiato davvero grosso. Per raggiungere lo sfortunato cercatore, infatti, hanno dovuto assicurare corde lunghe più di 100 metri e scendere in fondo a un dirupo dove nemmeno il verricello dell'elicottero ha potuto calare l'équipe medica. Le condizioni del ferito sono apparse subito critiche al dottor Paolo Della Torre: «Aveva un politrauma, un trauma addominale, probabilmente lesioni interne e a un certo punto è andato in arresto cardiocircolatorio... Lo abbiamo ripreso una prima volta e poi è subentrato un nuovo "attacco"... Non c'è stato nulla da fare.

f.cavagna

© riproduzione riservata