Giovedì 01 Settembre 2011

Tra Polanski e "W.E."
Madonna resta al palo

(n. fal.) Dopo «Le idi di marzo» di George Clooney mercoledì, è stato il film di Roman Polanski a scaldare ieri la Mostra del cinema di Venezia.
Madonna con il suo complesso «W.E.» è stata accolta con freddezza. Domani sono previsti l'arrivo di David Cronenberg con «A Dangerous Method» sulla nascita della psicanalisi che promette di turbare e pure l'annunciato scandalo di «Un eté brulant» di Philippe Garrell con il figlio Louis nudo insieme Monica Bellucci.
Il dramma da camera del regista Roman Polanski di origine polacca, che non ha raggiunto l'Italia per i vecchi problemi con la giustizia americana, è stato a lungo applaudito e va a collocarsi subito tra i favoriti.
Dallo spettacolo teatrale «Le dieu du Carnage» ha tratto «Carnage», in Italia dal 16 settembre, con un quartetto di attori perfetti: Jodie Foster, John C. Reilly, Kate Winslet e Christoph Waltz. I primi due compongono la coppia di genitori di un ragazzino cui un coetaneo ha rotto i denti e invitano padre e madre del colpevole per un chiarimento. (Il servizio da Venezia sul quotidiano La Provincia)

c.colmegna

© riproduzione riservata

Tags