Domenica 18 Settembre 2011

Mariano, stangata al Comune
Premio assicurativo quintuplicato

MARIANO - Non solo i bar a Mariano faticano a trovare compagnie di assicurazione che li tutelino se hanno già subito furti e rapine, ma adesso pare che anche gli enti locali siano diventati clienti poco graditi.
L'amministrazione comunale, infatti, ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per riuscire a stipulare una polizza di copertura di responsabilità civile per il patrimonio pubblico.
Dopo il caso del titolare della tabaccheria di via IV Novembre, che dopo il terzo furto in tre mesi non ha più trovato una compagnia disposta a tutelarlo, il Comune ha dovuto faticare per riuscire a individuare chi lo assicurasse in casi di incidenti provocati dalle buche sulle strade o da altre situazioni legate a ciò che è di proprietà pubblica e che possano causare danni a terzi. Si tratta di una vera e propria sberla, ovvero un aumento del 400% del premio annuo assicurativo passato da poco meno di ventiduemila euro annui che si pagavano fino allo scorso maggio ad Ina Assicurazioni, agli attuali 111.600 euro annui che il municipio verserà, sino alla fine del 2013, alla Milano Assicurazioni. E' questa l'unica compagnia ad aver accettato il rischio dopo che la Ina Assicurazioni ha voluto rescindere il contratto e dopo che a giugno un primo bando per individuare una nuova compagnia (il comune aveva offerto un premio di circa 60 mila euro annui) è andato deserto.
E non solo il premio è quintuplicato, ma mentre prima la franchigia era fissata in 1.500 euro (sotto questa soglia pagava il comune, sopra interveniva l'assicurazione), adesso l'asticella si è alzata a 2.500 euro.
Maggiori particolari nel servizio sull'edizione di oggi della Provincia.

l.barocco

© riproduzione riservata