Giovedì 29 Settembre 2011

Cantù, un cielo finto
per la nanna dei bimbi

CANTÙ Alzare gli occhi al soffitto, prima della nanna, e trovare le stelle nel cielo. Il risveglio, una stropicciata di occhi, ed ecco la luce cambiata, come un'alba. Tutto artificiale, questo cielo in una stanza.

L'innovazione passa dall'asilo di San Paolo, la scuola materna privata di via Fiammenghini. La riproduzione del cielo stellato, una specie di mini-planetario, è stata realizzata da un'azienda milanese che, nell'ambito di un progetto che coinvolge la Fondazione Politecnico di Milano,  ha sottoposto il prototipo alla prova sul campo: un test con i bimbi della sezione primavera.

«E' stato pensato per aiutare i bambini ad addormentarsi - riferisce Paola Lietti, coordinatrice della scuola - è possibile programmare gli orari e cambiare la luce. In questo modo, all'ora del riposino, nel primo pomeriggio, si può far finta che sia notte. Per il risveglio, invece, si diffonde nella stanza un altro colore, simile all'alba».

Nei mesi scorsi, gli esperimenti. Attualmente il cielo con il dispositivo che crea l'effetto notte è stato smontato. Pochi giorni fa, la presentazione a Milano, ma già dalla prossima settimana, probabilmente, tornerà il compagno di sonnellino.

m.butti

© riproduzione riservata