Martedì 04 Ottobre 2011

Mariano, gaffe sui cinque profughi
L'assessore non avverte il sindaco

MARIANO - Un difetto di comunicazione mette nell'imbarazzo il Comune di Mariano. Il sindaco Alessandro Turati protesta con il prefetto per l'arrivo in città di cinque profughi senza sapere che è stato l'assessore alla Sicurezza, Claudio Nogara, ad avere provveduto alla sistemazione di queste persone accogliendoli nell'albergo di famiglia, il "Sole".

L'opposizione accusa la maggioranza di avere cercato di insabbiare la vicenda:  «Sull'accaduto sembra ci sia il segreto di Stato - ha detto la capogruppo del Pd, Savina Marelli -, ma noi volevamo capire come è andata la vicenda dall'inizio alla fine e come intende comportarsi il Comune per il futuro, nel caso si presentino altre emergenze umanitarie del genere».
Il sindaco da parte sua ha replicato: «Non mi sono offeso perché scavalcato, ma perché logisticamente è stata difficile l'accoglienza. In teoria, infatti, i profughi avrebbero dovuti essere seguiti dalla Caritas provinciale, che poi ha demandato a quella locale, ma essendo in ferie il responsabile, il tutto è ricaduto solo sulle spalle del parroco». Maggiori dettagli sulla vicenda su "La Provincia".

p.batte

© riproduzione riservata