Martedì 08 Novembre 2011

'Ndrangheta a Mariano
Sequestrato un immobile

MARIANO Il conto delle intercettazioni telefoniche? Lo pagano direttamente gli indagati. È quanto ha disposto, con due diversi provvedimenti destinati a far scuola, la Procura di Milano, che ha ottenuto il sequestro conservativo di beni del valore di tre milioni e mezzo di euro, tra cui un immobile a Mariano.

Beni riconducibili a ventinove presunti affiliati alla ‘ndrangheta, in gran parte ville e immobili su cui, tra l´altro, non penderebbero vincoli. Così, nel caso in cui gli imputati dovessero essere condannati già in primo grado, il sequestro potrà tramutarsi in confisca e il ricavato della vendita di quanto sequestrato entrare direttamente nelle casse dello Stato.

È questo l'ultimo capitolo, in ordine di tempo, dell'operazione Infinito, il maxi-blitz contro la 'ndrangheta scattato il 31 luglio dell'anno scorso che ha portato in carcere 300 presunti affiliati all'organizzazione mafiosa calabrese, una cinquantina in Brianza. Tra gli immobili sequestrati l'altro giorno dal Gico della Guardia di Finanza di Milano, l'immobile di Mariano e uno nel Lecchese, a Cremella. Impossibile, al momento, sapere qualcosa di più.

m.butti

© riproduzione riservata