Lunedì 21 Novembre 2011

Cantù, picchia i commercianti
per rubare il vino in tetrapack

CANTÙ Picchiati a sangue per una confezione di vino in tetrapack e qualche oggetto informatico. Ma alla fine il loro aggressore è stato scoperto dai carabinieri e arrestato.

L'episodio è avvenuto sabato sera, poco dopo le 18.30. Secondo quanto è stato ricostruito dai carabinieri della stazione di Cantù, un tunisino è entrato nel negozio Oriental Store di via dei Mille 14, in Pianella, e avrebbe preso vario materiale informatico e una confezione di vino in tetrapack, nascondendo il tutto sotto il giaccone. La titolare del negozio si è accorta del tentativo di furto e per questo ha fermato l'uomo e gli ha chiesto di restituire la merce. Il tunisino, però, ha reagito: così ha iniziato a sferrare una violenta serie di pugni al volto contro la sfortunata donna, di origini cinesi.

Le urla della titolare hanno attirato l'attenzione del marito, che in quel momento si trovava all'esterno dell'Oriental Store. Ma non è andata meglio all'uomo, anch'egli cinese, che si è preso anche lui un pugno al volto e alcune testate al naso, mandandolo di fatto ko.
Alla fine il tunisino è riuscito a scappare. Ma non ha fatto molta strada. I titolari, infatti, hanno subito chiamato i carabinieri e poco dopo, attorno alle 19, i militari hanno individuato il fuggitivo in via Cimarosa e lo hanno bloccato. Quindi è stato portato in caserma, dove è stato arrestato con l'accusa di rapina.

I titolari del negozio sono stati invece portati al pronto soccorso: il marito, 36 anni, ha subito un trauma nasale e varie escoriazioni, mentre la moglie, 34 anni, è stata medicata per varie contusioni al volto, con prognosi di cinque giorni.

r.foglia

© riproduzione riservata