Giovedì 01 Dicembre 2011

Sisme, si lavora
per restare a Olgiate

Sisme, intesa sul rilancio del sito produttivo di Olgiate con l'obiettivo comune di azienda e sindacati di ridurre al minimo i tagli all'occupazione. Da ricordare, infatti che solo una settimana fa sui 573 lavoratori dell'azienda metalmeccanica più grande della provincia pendeva la spada di Damocle di 300 esuberi, duecento strutturali e cento legati alla delocalizazzione di altre linee produttive nello stabilimento del gruppo in Slovacchia.
Ieri in Confindustria, azienda e sindacati hanno ripreso il negoziato al fine di condividere un accordo quadro che definisca il percorso in merito ad analisi organizzativa e mappatura delle professionalità, formazione e riqualificazione, investimenti, produttività e competitività.
Parti sociali e azienda hanno raggiunto un'intesa sul documento presentato unitariamente dal sindacato lo scorso luglio, aggiornato nelle sue scadenze temporali e integrato con alcune modifiche apportate dall'azienda. Intesa che delegazione aziendale e sindacati spenderanno stamattina davanti al prefetto, Michele Tortora, dove le parti sono attese per valutare i passi avanti compiuti nella difficile vertenza. I dettagli dell'accordo raggiunto saranno poi illustrati in un incontro con i giornalisti, convocato al termine del vertice in prefettura.

e.conca

© riproduzione riservata