Martedì 06 Dicembre 2011

Cantù, allarme della Caritas
Più famiglie senza cibo

CANTU' - Sarà un Natale triste per un numero sempre maggiore di famiglie canturine come testimonia la tendenza registrata tra le varie realtà che aiutano i poveri. Si stima una crescita del 30% delle richieste di aiuto da parte di chi non riesce neppure a mangiare ogni giorno, con picchi del 40% per quanto riguarda la Caritas.

E non si tratta solo di stranieri: sono gli italiani, soprattutto disoccupati, a allungare le file agli sportelli della solidarietà. Con realtà allarmanti come quella della Caritas di San Teodoro, dove è fortissima la richiesta di omogeneizzati: è la prova che nelle maglie della crisi sono rimaste tante famiglie con bambini ancora in tenerissima età.

Altri dettagli sul numero in edicola de La Provincia.

p.batte

© riproduzione riservata

Tags