Domenica 18 Dicembre 2011

Totosindaco, Bernini vola
Exploit di Grigioni con 400 voti

CANTU' - Un «uno-due» degno di un peso massimo. Non c'è altro modo per definire l'exploit di ieri al nostro gioco-concorso del ristoratore Roberto Bernini: sono arrivati in redazione ben due pacchi di schede "pesanti", uno con 250 voti e l'altro con 480, per la bellezza di 730 preferenze in un colpo solo, che lo fanno avvicinare a quota cinquemila. Un vero e proprio record di giornata per un candidato al Totosindaco e anche massimo storico di schede consegnate in 24 ore, con ben 1.967 tagliandi.

Già il sabato ci aveva abituati a un grande afflusso di schede, ma il colpaccio messo a segno dai sostenitori dell'attuale leader della classifica generale è davvero importante. Soprattutto perché relega ancora più nelle retrovie gli immediati inseguitori, forse penalizzati dagli impegni prenatalizi e poco concentrati sulle strategie di gioco.

Anche se i segnali di possibili nuove mobilitazioni da parte degli avversari diretti di Bernini non sono mancati: ieri i sostenitori di Angelo Galletto e Rocco Turi hanno fatto pretattica, portando in redazione rispettivamente solo due e quaranta voti. Insomma, ai piani alti della classifica è ormai guerra psicologica, anche se bisogna riconoscere che il ristoratore sta prendendo bene il largo e che serviranno sforzi non comuni per raggiungerlo.

Sul fronte dei personaggi appena entrati in gioco, il leghista della prima ora Giovanni Grigioni ha piazzato una "bomba" da 400 voti che lo fa balzare dritto al settimo posto, scavalcando l'assicuratore Massimo Proserpio che ieri, con duecento schede, si è avvicinato alla soglia delle mille preferenze. Ultimo candidato ieri in tripla cifra Matteo Ferrari, con 132 voti. Restando ai piani alti della classifica, Ugo Galimberti ha intascato 45 preferenze, mentre Marino Maspero ne ha prese 17.

Si riscalda anche la "zona rosa" della classifica, con le 74 schede che proiettano al dodicesimo posto Emanuela Vargiu, inseguita ieri dalla volontaria dell'Arci Gina Coscia (75 schede e il ventesimo posto) e dalla starlette Elenoire Casalegno (14 le schede votate dai suoi fans).

Tornando agli uomini, 44 voti all'avvocato Vincenzo Sapone e 51 per l'ex comandante dei vigili Lucio Dioguardi. Staccati di quattro voti nella sfida giornaliera (ma in classifica generale il divario è più ampio) i fratelli Masocco: 32 schede per Wolfango e 36 per Giorgio. E poi dodici preferenze a Giuseppe Genco, sei a Giorgio Bargna e piccoli pacchetti di voti per due new entry: Guido Follin (19 schede) e Rodolfo Grazioli (3).

p.batte

© riproduzione riservata