Giovedì 22 Dicembre 2011

Prete da Cantù a Milano,
spettacolari le sue prediche

CANTU' - Ha stilato una hit parade dei santi, portato sull'altare la bacchetta di Harry Potter, testato un teorema geometrico tirando fili tra le navate, usato una brocca e un dizionario per spiegare la pienezza di grazia di Maria. Nelle messe da lui celebrate, a Milano, dove spesso si vedono esempi di questo tipo, qualcuno filma e spedisce tutto su Internet.
Il sacerdote è don Alessandro Noseda, 37 anni, nato a Cantù, cresciuto a Vighizzolo, dove all'eta di dodici anni se n'è andato per entrare in seminario.
Nel capoluogo milanese è vicario alla comunità pastorale Santissimo Redentore e San Gregorio, zona piazzale Loreto. E' tornato in città pochi mesi fa per vedere i play-off di basket, in occasione di una gara della Pallacanestro Cantù. «Sono cresciuto alla parrocchia dei Santi Pietro e Paolo di Vighizzolo - racconta don Alessandro - ho studiato a Merate per due anni, e poi Venegono e Saronno, dove ho studiato teologia. Sono convinto che quello che si fa in chiesa concorre al bene. Ci può essere sfiducia nei riti o nelle istituzioni, ma vivendoli per quel che sono, sono luoghi veri, dove ci si incontra con il Signore».

Sul giornale La Provincia di giovedì 22 dicembre l'intervista completa a don Alessandro

r.bianchi

© riproduzione riservata