Sabato 24 Dicembre 2011

Dalmine, bancarelle
e auguri in musica

Continuano a Dalmine gli appuntamenti de «La strada del Natale». Il Comune per la Vigilia di Natale, dalle 15 alle 21, in via Mazzini e piazza Caduti, propone la Fiera del Santo Natale: bancarelle per gli acquisti natalizi e casette di Natale con spazio per gli hobbysti.

Tutti gli appuntamenti natalizi del Comune di Dalmine sono realizzati di concerto con i comuni di Lallio, Osio Sopra e Treviolo all'interno dell'iniziativa «La strada del Natale», organizzata dal Distretto del Commercio 525.

Altro appuntamento musicale natalizio per la città di Dalmine: lunedì 26 dicembre, alle 16.30 al Teatro Civico, gli «Auguri in musica», concerto con il Corpo musicale di Sforzatica. Ingresso gratuito.

La storia del Corpo Musicale di Sforzatica è l'evoluzione di una realtà culturale e sociale straordinaria. Nato nel 1922 da un'idea di Don Gregorio Lanza, sacerdote di grande sensibilità umana, e coadiuvato dal Maestro Giuseppe Aber, il Corpo Musicale di Sforzatica si è fin da subito proposto come gruppo di aggregazione musicale e sociale dalle grandi potenzialità. Dopo la temporanea disgregazione dovuta alle difficoltà incontrate nel periodo della Seconda Guerra Mondiale, l'organico del Corpo Musicale è andato via via aumentando, a dimostrare il crescente interesse dei cittadini dalminesi verso la musica. Nel 1948, infatti, la Banda di Sforzatica si dà uno statuto ufficiale e nomina anche il primo Maestro, Giuseppe Aber, poi succeduto da numerosi personaggi di rilievo, fino ad arrivare al 1968, anno in cui viene posto alla guida del Corpo Musicale di Sforzatica l'attuale Maestro Antonio (Tony) Scarpanti. Violinista di talento riconosciuto, egli ha saputo dare slancio a tutto il gruppo grazie alla sua personalità frizzante e dinamica.

Attuale Presidente del Corpo è invece Giuseppe Facoetti, il quale ricopre questo ruolo con passione da ben 48 anni. Impegnata annualmente in concerti ed esibizioni musicali civili e religiose, la Banda si Sforzatica può contare anche sulle nuove generazioni grazie all'apporto della scuola allievi, dove vengono formati continuamente ragazzi con una buona preparazione musicale.

r.clemente

© riproduzione riservata