Giovedì 29 Dicembre 2011

Prende il fucile e spara al vicino
Dramma sfiorato a Blevio

BLEVIO Una fucilata per la recinzione abbattuta: Patrizio Melluso, 48 anni, è stato raggiunto da quattro pallini esplosi dall'arma di Erminio Davide Mantovani, 63 anni, arrestato dalla polizia per tentato omicidio. Il ferito è stato ricoverato all'ospedale Sant'Anna, i medici del pronto soccorso si sono riservati la prognosi ma non sarebbe comunque giudicato in pericolo di vita.

Momenti di autentico terrore si sono vissuti nel primo pomeriggio di oggi in località Mezzovico di Blevio, dove Melluso è proprietario di un terreno in cui sono in corso alcuni lavori: sul posto un elicottero da lavoro stava facendo atterrare un escavatore e il vento prodotto dalle pale aveva abbattuto il recinto della vicina abitazione di Mantovani, un milanese proprietario da anni di questa seconda casa. Fra i due è scoppiato un litigio, all'inizio solo verbale. La vicenda ha preso una brutta piega quando Mantovani ha imbracciato un fucile e, al culmine del diverbio, ha esploso un colpo contro Melluso, raggiunto da almeno quattro pallini: due lo hanno colpito alla coscia destra, uno allo sterno e uno all'addome.

Una scena drammatica a cui ha assistito anche un amico della vittima, che ha lanciato l'allarme chiamando con il telefono cellulare il 118 e la Questura. Melluso ha ricevuto le prime cure sul posto e poi è stato trasportato al Sant'Anna per essere sottoposto alla tac: in serata i medici stavano valutando se operarlo o meno, non sarebbe giudicato in pericolo di vita ma la prognosi era riservata.

g.devita

© riproduzione riservata