Mercoledì 04 Gennaio 2012

Palasport di Cantù
Cinelandia ci ripensa

CANTÙ  La sparata, diciamolo, era stata grossa. E soprattutto aveva mescolato elementi oggettivi a questioni personali che hanno agitato le acque in un turbinio in cui si confondevano i torti con le ragioni.
Così Paolo Petazzi, proprietario di Cinelandia, la società che si appresta ad aprire un cinema multisala nell'erigendo palazzetto dello sport, trascorso qualche giorno dal proclama del 28 dicembre («recedo dal contratto a causa dei ritardi, non apro più il cinema e sposto tutto a Varese, compresa la sponsorizzazione del basket»), se proprio non ha tolto le barricate, ha almeno aperto uno spiraglio. Un via d'uscita a una questione che, se non risolta, rischia davvero di minare l'intera operazione palasport.

Il servizio completo su La Provincia di mercoledì 4 gennaio

m.butti

© riproduzione riservata