Venerdì 13 Gennaio 2012

Farmacie aumentate
«Manovra sbagliata»

COMO Aumentare la media di farmacie a 3mila per abitante è «una manovra irragionevole, figlia di un governo che non conosce il settore». Spiega il presidente dei Farmacisti Giuseppe De Filippis: «Siamo i primi a renderci conto che certe località di mare o alcuni paesi di montagna ne hanno bisogno. Magari hanno 6mila residenti che nel periodo natalizio si trasformano in 40mila abitanti. Allora due farmacie sono poche e ce ne vogliono 5. Ma negli altri casi è assurdo. Si poteva discutere su queste cose, non sulla stupidità dei numeri legati alla liberalizzazione».
In Francia, dice De Filippis, stanno facendo l'esatto opposto. «Hanno innalzato la media delle farmacie a 4.500 per abitante. Si sono accorti che la liberalizzazione non solo non abbassava il prezzo dei farmaci, ma aveva costretto alla chiusura 800 farmacie visto che il sistema non reggeva».
A Como ci sono 24 farmacie (potrebbero diventare 25), in tutta la provincia 152.
«Non è che aprendo un numero spropositato di farmacie si risolvano i problemi - prosegue De Filippis -. Oltretutto la media europea è di 3.600 farmacie per abitante, bastava attenersi a questo».

Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola venerdì 13 gennaio

a.savini

© riproduzione riservata

Tags