Domenica 15 Gennaio 2012

Veniano, vola sull'auto
Paura per un ciclista

VENIANO  Paura, ieri, per un ciclista investito da un'auto sulla provinciale Appiano -Mozzate. Se l'è cavata con una prognosi di quindici giorni Gianluigi Girola - 68 anni, residente in paese - a dispetto del "volo" fatto contro la vettura che l'ha tamponato.

 Sulle prime le sue condizioni sembravano serie, ma i successivi accertamenti cui è stato sottoposto all'ospedale Sant'Anna - dove è stato trasportato con un'ambulanza del Sos di Appiano Gentile - hanno escluso particolari traumi, compreso quello cranico che si temeva gli avesse provocato la rovinosa caduta sul parabrezza dell'auto. Al momento del trasferimento in ospedale era cosciente ma sofferente alla schiena, dove ha accusato il maggior colpo.

 Nell'urto, ha riportato uno schiacciamento vertebrale, guaribile in due settimane. Dopo i controlli del caso, nel tardo pomeriggio di ieri è stato dimesso.

La paura, però, è stata tanta ieri mattina - intorno alle 10.30 - quando il pensionato è stato tamponato da una Volkswagen Polo, condotta da un uomo di Lurago Marinone di 64 anni.

Da una prima ricostruzione al vaglio della polizia locale, il ciclista procedeva lungo la Sp 24 Appiano - Mozzate, da Appiano verso Veniano centro, nella stessa direzione sopraggiungeva l'automobilista. All'altezza della rotonda in corrispondenza del distributore Erg si è verificato il tamponamento: il conducente della Polo, probabilmente abbagliato dal sole, appena dopo lo stop di via Dante, nell'immettersi sulla provinciale ha urtato il ciclista. A seguito del colpo, la bicicletta si è come impennata e il malcapitato è caduto all'indietro, finendo contro il parabrezza.

Tempestivo l'intervento della polizia locale, che era già nei pressi per regolare la viabilità essendo in corso lavori di segnaletica stradale. A dare supporto all'agente di polizia locale nei rilievi e nel regolare il traffico, oltre ai colleghi di Appiano Gentile, anche una pattuglia dei carabinieri di Appiano di passaggio in zona.

Altrettanto tempestivi i soccorsi sanitari, anche per la fortunata coincidenza che proprio nel luogo dell'incidente si è trovata a transitare un'auto medica del 118.

r.caimi

© riproduzione riservata