Venerdì 27 Gennaio 2012

Fecchio, primo Giorgio Bocca
per la piazza da intitolare

CANTÙ  La prima piazza d'Italia dedicata a Giorgio Bocca potrebbe essere a Fecchio. Proprio giornalista e partigiano è risultato vincente nel referendum indetto dall'amministrazione per stabilire l'intitolazione della nuova piazza della frazione, raccogliendo 156 voti alle 17.30 di ieri pomeriggio e superando di slancio la famiglia Orombelli, finora vincente e ferma a 87.

Il condizionale, però, resta d'obbligo al momento. Da una parte perché ieri fino mezzanotte il voto telematico è rimasto aperto. E poi perché, in base alle normative vigenti, è necessaria l'autorizzazione del prefetto per intitolare piazze, monumenti o altri luoghi pubblici a persone decedute da meno di dieci anni. «Al momento non sappiamo ancora quale sia il risultato finale - spiegava ieri il sindaco Tiziana Sala - Porteremo i conteggi definitivi in giunta e ne discuteremo per deliberarli».

La famiglia Orombelli era stata invece la vincitrice del sondaggio promosso tra i lettori della Provincia: 482 voti contro i 374 andati all'ex parroco di Cantù monsignor Bratt. Le 1.266 schede pervenute in queste due settimane in redazione ieri mattina sono state ufficialmente depositate in municipio, protocollo numero E0002550. Non concorrevano al concorso via internet, ma rappresentano un importante segnale di volontà popolare che vedremo se sarà preso in qualche modo considerazione.

m.butti

© riproduzione riservata