Giovedì 15 Marzo 2012

Cem, il futuro è oscuro
Stop alla vendita della sede

CANTÙ Il palazzo del Cem, il Centro Esposizioni Mobili di via Fossano, rischia di restare lo spettro di un'epoca del mobile andata per sempre. Nel futuro, doveva esserci una casa di cura per anziani. Sarà difficile.

«Ad oggi le trattative sembrano ferme - ammette il presidente del consorzio - anche se è stato versato un anticipo dal privato per l'operazione immobiliare, pare che dalla Regione Lombardia non ci sia la disponibilità per concedere l'accredito per il centro per anziani». Ma anche il resto della cifra per concludere la vendita - l'acconto, peraltro, non sarebbe particolarmente significativo - parrebbe una chimera.

Tutto bloccato, ma non lo sfratto al locale All'Una e trentacinque circa, ma per il quale ci dovrebbe essere non una chiusura, ma un trasloco: dovrebbe andare a sostituire l'Aguaplano, in via Papa Giovanni XXIII. La trattativa è in corso.

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola giovedì 15 marzo.

r.foglia

© riproduzione riservata