Martedì 01 Maggio 2012

Botte nella hall del Castadiva
Blevio, arrestato un cliente

BLEVIO - Una nottata a dir poco agitata nella hall dell'albergo di lusso Castadiva che si è conclusa con l'arresto di un cliente dopo l'arrivo dei carabinieri a seguito di un parapiglia con tanto di coltello, che ha coinvolto anche direttore e dipendenti dell'hotel.

Una bravata costata molto cara a umo di 50 anni, odontotecnico senza precedenti di Serravalle Pistoiese, che ieri mattina ha patteggiato 1 anno e 2 mesi di reclusione con rito direttissimo per lesioni, danneggiamento, porto abusivo di arma, minacce e resistenza a pubblico ufficiale (la pena è stata sospesa e l'uomo ha potuto fare rientro a casa).

Il problema con il cliente era nato (e poi sembrava risolto) nel pomeriggio di domenica per il pagamento di una serie di servizi, il tutto per la cifra di 1400 euro, di cui aveva usufruito senza pagarli perché la carta di credito risultava essere bloccata. Ne era scaturito un litigio, solo verbale, che si era concluso quando un suo amico aveva saldato e il cliente si era impegnato a lasciare la struttura.

A mezzanotte e mezza i carabinieri sono stati chiamati a intervenire da parte del direttore del Castadiva per seri problemi con un cliente che, dopo minacce anche con un coltello, aveva distrutto un mappamondo in ceramica. L'arrivo dei militari della compagnia di Como non ha però placato gli animi del cliente. La situazione è degenerata, un carabiniere è stato colpito a una mano con un calcio e alla fine del violento parapiglia il cliente toscano, che ha cercato di aggredire il direttore, è stato ammanettato a terra e trasferito nella camera di sicurezza. Ieri mattina il processo con rito direttissimo e il patteggiamento a 1 anno e 2 mesi con pena sospesa: il direttore, i dipendenti e i carabinieri si sono costituiti tutti parte civile.

g.devita

© riproduzione riservata