Domenica 20 Maggio 2012

Avvertito anche nel Comasco
il terremoto dell'Emilia

COMO E' stato avvertito nettamente anche nel Comasco il terremoto che nella notte ha provocato almeno sette morti e ha colpito la Bassa Padana e in particolare le province emiliane di Modena e Ferrara.

La scossa più violenta c'è stata alle 4.05, è stata del sesto grado Richter ed è stata avvertita fino a Milano e in gran parte del Veneto. In molte città e località emiliane la gente è scesa in strada per la paura di crolli. Il movimento, di tipo sussultorio, è durato una ventina di secondi. Poche ore prima, un'altra scossa di terremoto del 4,1 aveva interessato la zona tra Mantova, Rovigo e Modena. A causa del sisma, ci sono stati anche crolli e danni ingenti con molte chiese diventate inagibili e migliaia di persone che le autorità tengono fuori dalle case in attesa delle verifiche sulla stabilità.

Sul Lario decine di persone sono state svegliate dal terremoto. In totale sono state una ventina le telefonate al centralino dei vigili del fuoco. I pompieri non hanno però dovuto effettuare interventi né di soccorso né di verifiche statiche per crepe agli edifici.

f.angelini

© riproduzione riservata

Tags