Domenica 20 Maggio 2012

Binago, tanti fiori bianchi
per l'addio alla maestra

BINAGO - Con i fiori, le hanno detto per l'ultima volta "Ciao".
Il delicato e commovente saluto dei bambini della terza classe della scuola elementare di Somaino all'insegnante di sostegno, Carmen Filippo, deceduta a 57 anni per una malattia che non le ha lasciato scampo.
In tanti, ieri pomeriggio nella chiesa di Santa Maria, hanno partecipato ai suoi funerali.

Presenti diverse colleghe dei plessi della direzione didattica di Olgiate, il dirigente scolastico Cosimo Capogrosso, alunni e genitori.
Lutto che ha toccato la comunità di Binago, dove la maestra, originaria dell'Argentina, risiedeva e dove aveva insegnato per una decina d'anni nella scuola elementare del paese, distinguendosi per la sua professionalità e discrezione.

Tra i presenti anche il sindaco, Bianca Maria Pagani, ex alunni e loro genitori, come segno di affetto e riconoscimento per il ruolo di educatrice svolto con impegno anche a Binago.

Serietà e competenza professionale confermate dal preside Capogrosso, che tuttora l'aveva nell'organico della direzione didattica di Olgiate: «Aveva iniziato a prestare servizio alla primaria di Somaino dall'inizio dello scorso anno scolastico, come insegnante di sostegno. Nel suo settore era estremamente competente e informata, tanto che all'inizio di quest'anno scolastico le era stato affidato anche l'incarico di seguire tutte le pratiche relative a situazioni di alunni con disturbi specifici di apprendimento. Era molto preparata e professionale. Per la scuola è una perdita notevole, da più punti di vista. I bambini della classe e quelli che seguiva individualmente sono rimasti molto toccati dalla notizia del suo decesso. È stato tutto abbastanza improvviso, non ci aspettavamo questo esito».

Si era assentata da gennaio per l'aggravarsi del suo stato di salute, fino a quel momento non aveva mai lasciato i suoi alunni. Anche i genitori la ricordano come una brava maestra, tranquilla, amorevole con i bambini, molto disponibile e con una straordinaria dote di comprensione umana.

r.caimi

© riproduzione riservata