Domenica 05 Agosto 2012

Cantù, scintille in aula
Il sindaco rinnega il Pd

CANTÙ Il consiglio comunale di Cantù, con i voti della sola maggioranza di Lavori in corso, ha revocato il piano di governo del territorio ereditato Tiziana Sala. Lega e Pdl non hanno preso parte alla votazione, mentre il Partito democratico, a sorpresa, s'è espresso contro. Motivo, il fatto che poco prima del voto a essere rinnegato dal sindaco Claudio Bizzozero era stato il rapporto di dialogo con il centrosinistra, formalizzato con un'intesa siglata prima del ballottaggio. E il Pd, nelle parole del primo cittadino, da «forza politica importante e necessaria» qual era alla vigilia del ballottaggio, è diventato forza ostile: «Da anni -dico che noi con il Pd non c'entriamo proprio nulla». Da qui la reazione furibonda di Antonio Pagani, che aveva preannunciato un voto favorevole alla revoca del Pgt e ha finito con l'esprimersi contro. E ha garantito che d'ora in avanti «ci riprendiamo il nostro ruolo di forza di minoranza e soprattutto di opposizione».
Anche Vitaliano Colombo (Oggi per domani), in segno di protesta ha ritirato la sua partecipazione al gruppo di lavoro per il nuovo Pgt.

Leggi l'articolo completo e le reazioni su La Provincia di domenica

m.butti

© riproduzione riservata