Martedì 07 Agosto 2012

Paolo e gli altri
Un sentiero maledetto

COMO Non ci sarà alcuna indagine sulla morte di Paolo Marelli, 23 anni compiuti lo scorso aprile, morto domenica pomeriggio sul Resegone, poco sotto la vetta. Alla Procura di Lecco, competente per territorio, basta la testimonianza terribile del padre Piergiuseppe, che ha trovato la forza per raccontare la tragedia cui impotente ha assistito in una domenica di sole caldo, in un luogo e lungo un sentiero che non mostrava rischi.
Il destino si è messo di traverso, lasciando che Paolo scivolasse perdendo l'equilibrio e precipitando sotto gli occhi di suo padre per quasi cento metri, dal sentiero numero 1 a un canalone poco sopra il numero 5. Papà aveva il cellulare scarico. Per i soccorsi lo ha aiutato un altro escursionista, ma per il ragazzo non sarebbe cambiato nulla.
I funerali di Paolo si terranno mercoledì alle 9 nella chiesa di San Bartolomeo

a.savini

© riproduzione riservata