Domenica 26 Agosto 2012

Confcommercio Cantù, allarme
Tanti negozi a rischio chiusura

CANTÙ - Alzare la serranda del proprio negozio, ormai, significa spendere denaro, prima ancora che guadagnarlo. E il rischio è che nei prossimi mesi qualcuna, di queste serrande, chiuda definitamente. O non si rialzi nemmeno più con l'arrivo dell'autunno.

È un grido d'allarme quello che lancia Ruggero Spinelli, presidente cittadino di Confcommercio, che da una parte sprona i colleghi «a tenere duro», e dall'altra invita l'amministrazione e l'intero sistema economico cittadino a ripensare Cantù secondo un progetto di ampio respiro, puntando a inserire la città in consolidati circuiti turistici per sfruttarne le potenzialità e le eccellenze. Progetto di cui si parla ormai da anni.

Ma il problema è questo, se ne parla e nulla più. E intanto i negozi chiudono. Basta guardarsi in giro: addio alla Expert di via Manzoni, addio, recentemente, a Idealseta, punto vendita di biancheria che da oltre trent'anni operava in via Matteotti. E ai locali pubblici non va meglio, visto che sulla serranda del pub Lord Byron di via IV Novembre è apparso il cartello "Affittasi".

Tutti i dettagli e l'intervista completa a Spinelli sul quotidiano La Provincia in edicola domenica 26 agosto.

r.foglia

© riproduzione riservata