Giovedì 30 Agosto 2012

Cantù, tra furti e rapine
I cittadini sono esasperati

Non soltanto le due rapine tra lunedì e martedì, in via Matteotti e in piazza Volontari della Libertà, con un settantenne derubato della catenina e una ragazza rapinata dell'iPhone.

Ma anche ladri, soprattutto a Fecchio. Ladri sorpresi in camera da letto. Oppure pronti a scavalcare il cancelletto. Per nulla intimoriti. Con la risposta pronta: «Vai a dormire», si è sentito dire un residente di via Micene, nella zona dove pochi giorni fa sono stati rubati gioielli e una pistola, una Beretta Calibro 22.

Allarmano i cittadini, i furti di questi giorni. Con i ladri che nei dintorni della frazione di via per Alzate sono disposti a portarsi via persino il letame, da rivendere a 5 euro al chilo. E in via Plinio, sul sentiero verso Santanaga dove sono state trovate anche alcune siringhe - per i contadini, un avvenimento che non capitava da anni - lunedì sera un mucchio da 300 quintali di concime ha preso fuoco. La frazione, più in genere, sembra bersagliata dai malviventi.

E in via Rencati, nella zona verso Montesolaro, fuori da una casa è apparso un cartello: «Qui non c'è più nulla».

Lunedì il sindaco Claudio Bizzozero incontrerà il prefetto per discutere della situazione.

Per sapere come affrontare le aggressioni e i ladri, i consigli dei carabinieri.

r.foglia

© riproduzione riservata