Giovedì 30 Agosto 2012

Il Palio del Baradello
Fa i conti con la crisi

COMO Stasera alle 17.30, nella basilica di Sant'Abbondio, in occasione dei Vespri per la festa del santo patrono, ci saranno anche i gonfalonieri e i capitani dei borghi del Palio del Baradello, che offriranno il cero votivo.
Si tratta della cerimonia di apertura di una kermesse medievale che si concluderà il 16 settembre che quest'anno dovrà fare i conti con la scure della crisi. Non soltanto a livello di finanziamenti pubblici - per ora sono sicuri solo i 10 mila euro del Comune - ma anche a livello di “vocazioni”.
La conferma è arrivata ieri, alla conferenza stampa di presentazione, alla quale hanno preso parte, tra gli altri, l'assessore alla Cultura e allo Sport Luigi Cavadini e il vicepresidente dell'associazione cavalieri del Palio Ferruccio Prosdocimo che ha parlato di anno difficile per la manifestazione: «Nel giro di pochi mesi - ha spiegato Prosdocimo - ci sono state le elezioni del nuovo direttivo del Palio, poi le elezioni comunali, cui si è aggiunta la crisi generalizzata che hanno creato un certo disagio».
Tutte situazioni - ha sottolineato Cavadini - che non hanno però impedito ai volontari di predisporre un programma dignitoso. I tagli hanno prortato ad accorpare alcuni appuntamenti, a rinunciare alla partecipazioni di alcuni gruppi storici e ad altre incognite quali la cena medievale e la gara delle carriole, che dopo il forfait del borgo Roggia Molinara, sta cercando una alternativa alla via Milano bassa, che allo stato attuale potrebbe essere la zona dei giardini a lago.
Due invece le novità di rilievo: la prima è un ritorno alle origini con la disputa del tiro alla fune e “la carica dei 651 studenti” ossia quelli delle scuole della città e della provincia coinvolti nel progetto “Medioevo comense a scuola” e che parteciperanno a vario titolo al Palio.

Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola giovedì 30 agosto

a.savini

© riproduzione riservata