Lunedì 15 Ottobre 2012

Sighignola, inaugurato il balcone
Manca solo il versante italiano

LANZO D'INTELVI - «La giornata di oggi rappresenta la vittoria sul mostro, sull'ecomostro che per mezzo secolo ha deturpato uno dei luoghi più suggestivi d'Italia, vinto  grazie all'unione e alla forza di tutti».
Damiano Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia, ha ricevuto ieri dal viceprefetto Giuliana Longhi, davanti a oltre 500 persone intervenute alla cerimonia,  la medaglia dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per l'impegno che il circolo Legambiente della Valle d'Intelvi "Laura Scotti" ha profuso nella realizzazione del progetto.
I rappresentanti  locali di Legambiente Giuseppe e Ferruccio Spazzi hanno  poi donato la medaglia di Napolitano a Matteo Huber e alle altre personalità elvetiche che si sono impegnati a portare a compimento l'intervento di riqualificazione, concluso, sul versante svizzero, in meno di un anno. «Ora occorre portare avanti il progetto in tutte le sue componenti», ha detto il Consigliere di Stato Marco Borradori. Se infatti la Svizzera ha terminato la sua parte, ora spetta alla Valle d'Intelvi riqualificare il piazzale a monte.
Il sindaco di Lanzo Patrizia Zanotta ha assicurato che i lavori sul suolo italiano inizieranno a primavera. «Aspettiamo l'ultimo permesso della Soprintendenza per poter avviare la procedura  d'appalto». Il progetto definitivo redatto da Huber, l'architetto che ha progettato i lavori al di la del confine, è stato approvato in questi giorni. Saranno rifatte le ringhiere del balcone, i muri di sostegno, i percorsi pedonali, l'illuminazione e la pavimentazione. Dalla Comunità montana sono stati assegnati 70 mila euro, un contributo di 15mila euro è stato erogato dal Fai, intervenuto alla cerimonia con Costanza Patresi e Lucia Spini. Contribuirà all'intervento anche il Touring come confermato Giuseppe Spagnulo. La parte residua sarà coperta con fondi propri di bilancio. Gli interventi, comprensivi dell'arredo urbano, costeranno 130 mila euro. La terrazza panoramica svizzera, l'area giochi, pic nic e relax è costata complessivamente 1,7 milioni di franchi pari a 1,2 milioni di euro finanziato in gran parte dal Canton Ticino.

s.ferrari

© riproduzione riservata