Lunedì 15 Ottobre 2012

Cernobbio: in ottomila
per streghe e zucche

CERNOBBIO  Uno scroscio di pioggia sul colle di Rovenna c'è stato, ma la brevissima durata non ha compromesso l'esito di una manifestazione, «Castagne e streghe», che al giro della X edizione è stata abbinata alla mostra della zucca del Basso Lario, un'iniziativa di richiamo che ha alle spalle 15 anni di successi.

Due associazioni, il Gruppo sportivo e la Pro Rovenna si  sono date la mano per la messa a punto di un intenso programma che ha mobilitato decine di volontari in modo da limitare i costi alla partecipazione di complessi artistici e musicali nonché al noleggio dei pullmini-navetta che hanno fatto la spola tra l'autosilo di Villa Erba, il piazzale del cimitero di Piazza Santo Stefano e Rovenna.

Pochi sono stati gli inconvenienti lamentati se non quelli causati dalla notevole richiesta per l'accesso ai bus gratuiti e dalla presenza di alcune auto incautamente parcheggiate lungo la stretta via.

Secondo le valutazioni degli organizzatori nell'arco delle due giornate con le navette ma anche a piedi lungo il panoramico tracciato tra Cernobbio, Casnedo e Rovenna sono salite almeno 8000 persone. Un avvicendamento che ha decretato la buona riuscita del programma di attrazioni anche nella serata di sabato, con un'artista di strada che attraverso originalissime evoluzioni ha strappato scroscianti applausi. Ieri pomeriggio musiche e danze hanno richiamato l'attenzione, ma sono state anche le zucche di tutti i pesi e di tutte le fogge a suscitare interesse grazie a abbinamenti e composizioni realizzate con arte e originalità come quelle presentate dalle scuole e dagli asili cernobbiesi.

f.angelini

© riproduzione riservata