Domenica 04 Novembre 2012

Riflettori sul fumetto
a LuccaComics

Riflettori sul fumetto targato Bergamo a Lucca Comics and Games dove autori ed editori si stanno sottoponendo al giudizio della vasta platea di appassionati cercando di diffondere il più possibile lavori e idee.

Cominciamo con Davide Berardi, in arte Daw, un disegnatore umoristico che ha già conquistato la sua schiera di aficionados. Nello stand della edizioni Proglo in piazza Napoleone venerdì (2 novembre) è stato praticamente irraggiungibile, «murato» da una schiera di lettori a caccia dei suoi disegni per impreziosire le copie dell'ultimo volume di «A come ignoranza». L'offerta si è allargata alle spille e alle magliette con le frasi più gettonate dei suoi personaggi, insomma un vero e proprio cult per un autore che è maturato parecchio dagli esordi conservando un genuino gusto per la battuta fulminante e le situazioni surreali. Restando sul filo della risata non si può che arrivare a Valgard di Michele Carminati (e con i colori di Michela Cangelli) che pianta su Lucca lo stendardo della sua terza avventura. O meglio disavventura visto che le eroiche imprese del vichingo spadaccino partono con squilli di fanfare e terminano puntualmente in lividi e disastri.

Nello stesso albo, edito da ComiXrevolution, ha ormai messo radici il simpatico Flauer che con un affiatato contorno di personaggi campestri e alieni mette in scena contraddizioni e nevrosi del nostro quotidiano. E giocando con umorismo e un pizzico di follia entriamo nei territori del Dr. Ink, il team di illustratori e creativi che propone qui a LuccaComics il secondo lavoro dopo «Come crescere un robottone...», l'omaggio dedicato ai cartoni animati giapponesi degli anni '70-'80 andato ormai esaurito.

La seconda fatica dal punto di vista narrativo vola più in alto, si intitola infatti «Deus ex libro» ed è nientedimeno che un manuale per aspiranti "divinità": un prodotto di grafica, racconto e gioco che stupisce per originalità e cura. «Abbiamo scelto un tema che potesse dare libero sfogo alle capacità di ognuno e creare un lavoro che avesse una sua coerenza - spiega Cristina Giorgilli di Dr. Ink - ogni autore ha realizzato un capitolo mentre i testi sono stati scritti da Federico Tram con la supervisione di Stefano Ascari. Il formato del volume è stato studiato per dare l'idea di un vero manuale e ci sono stati d'aiuto anche i consigli dello stampatore Fotoincisione 2000».

Il gruppo Dr.Ink è composto da sei illustratori e fumettisti professionisti, un grafico e una editor (Matteo Cuccato, Christian Cornia, Matteo Freddi, Cristina Giorgilli, Alessia Pastorello, Tram, Salvatore Santaniello e Maura Riva). Il loro «Deus ex libro» si presenta come un'inquietante scatola nera con caratteri dorati dalla quale spunta una pergamena con la «chiamata» per il candidato divino e il suo ingrato compito: gestire l'apocalisse e battere i concorrenti del bizzarro pantheon pagano. Se pensate che c'entrino le solite profezie Maya vi sbagliate, perché Dr. Ink ha fantasia da vendere e ogni pagina è una vera rivelazione per il lettore, anzi una sfida di riferimenti e simbologie sempre nei toni dell'ironia e della comicità.

Abbinato al volume c'è anche un gioco di carte - realizzato appositamente da Absink, che di certo allungherà la vita di Deus ex libro. Arcadia Oltre le nuvole, guidata da Mario Taccolini, è presente a Lucca come casa editrice e come motore del progetto Artist for hire. Nello stand in piazza del Giglio infatti si alterna una schiera di disegnatori a disposizione per commission e sketch. Si tratta di Raul Cestaro (Tex e Dylan dog), David Messina (Ultimate Spider-man), Valerio Schiti (Ghost rider), Fabio Bartolini (Dampyr), Federica Manfredi (Black cat), Teresa Marzia (Legs, Jonathan Steele), Cosimo Ferri, Alessandro Mazzetti, Matteo Lolli, Alessio Fortunato e Guglielmo Signora. Quest'ultimo ha realizzato proprio per Arcadia una nuova «puntata» della sua eroina BeLee, ma il suo nome è noto soprattutto ai collezionisti di robot giapponesi per aver realizzato una preziosa e dettagliata guida a prodotti e produttori.

L'altra novità di Arcadia edizioni è la sceneggiatura originale de «Il principe degli elfi» di Zagor, un'occasione per scoprire il dietro le quinte del fumetto e in particolare del metodo Bonelli che ha fatto scuola nel mondo. Per concludere, lo spazio Fuori Comics in piazza Napoleone, ospita oggi e domani l'esordio ufficiale di Prequels, il volume della casa editrice ComiXrevolution capitanata da Massimiliano Zazzi, che racchiude tre storie nate dalla scuola di fumetto promossa dalla fumetteria cittadina di galleria Fanzago. Tre «visioni del futuro tradotte su carta per testare il gradimento dei lettori» che hanno impegnato un gruppo di giovani decisi a misurarsi con la narrazione per immagini. Nel volume si potranno leggere «Modus operandi» di Matteo Mandato (sceneggiatore), Luca Claretti (disegnatore) e Paola Fiorentino (colorista); «Caronte» di Luca Rocca (sceneggiatore), Andrea Pini (disegnatore) ed Elisa Zenoni (colorista); «Birthday Present» di Alberto Locatelli (sceneggiatore e disegnatore) e Matteo Licata (colorista).

Gianlorenzo Barollo

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags