Mercoledì 09 Gennaio 2013

Due mesi e mezzo in albergo
Poi fuggono senza pagare

LOCATE VARESINO - Rieccoli Luigi e Luigina, al secolo Luigi Clementi e Luigina Lorenzini, novaresi, sessant'anni e qualcosa, olimpionici dello scrocco già denunciati un annetto fa, al culmine di una memorabile serie di scorribande gastronomiche tra alberghi e ristoranti del Varesotto, i cui conti non furono mai saldati.
Un anno dopo, la coppia è ricomparsa all'hotel Ariston di Locate, un albergo dal quale, manco a dirlo, i nostri si sono volatilizzati l'altroieri, svelti e invisibili come Houdinì, "dimenticando" sul bancone della reception un conticino da 5400 euro. Possibile?Possibile eccome, secondo il gestore dell'Hotel, il signor Guido Marisei, che in una articolata denuncia sporta ai carabinieri di Mozzate, ha ricostruito l'intera vicenda, dettagliando date, importi e resoconti di scuse che, con il senno di poi, suonano molto improbabili, ma che Clementi e la sua amica seppero "vendere" alla perfezione.
«Sono stati nostri ospiti dal 21 ottobre - racconta Marisei - Hanno dormito e hanno mangiato per oltre due mesi, spiegando che il loro soggiorno era legato a un affare che avrebbero dovuto concludere proprio da queste parti». Non è che il titolare dell'Ariston sia rimasto a guardare: già prima che Clementi e la sua amica scomparissero dalla circolazione, Marisei aveva sollecitato il saldo di un conto che, giorno dopo giorno, cresceva vertiginosamente, ma si era sempre sentito rispondere che il debito sarebbe stato pagato a conclusione dell'affare.<+togli_rientro>
Di più: un'altra protagonista di questa vicenda è una avvocatessa, che con la direzione dell'Ariston aveva preso in più occasioni contatti garantendo per loro in prima persona, e assicurando che nulla sarebbe rimasto insoluto. «Tutte panzane», conclude il gestore dell'hotel, che non a caso sta anche valutando l'eventualità di sporgere ulteriore denuncia anche nei confronti della sedicente professionista. Per Clementi e per la Lorenzini, che teoricamente potrebbero ancora ravvedersi tornando sui propri passi a pagare il dovuto (in fondo sono ancora in tempo), parlano purtroppo i precedenti.
Chiedere, per credere, a qualche ristoratore tra il Piemonte e il Medio Verbano. Pantagrueliche abbuffate, conti mai saldati, bed&brakfast, motel, locande, ristoranti, bar, Bonnie and Clyde mangiavano e brindavano, ché come recita un vecchio adagio, a pagare (e a morire)si fa sempre in tempo.

s.ferrari

© riproduzione riservata