Mercoledì 09 Gennaio 2013

Gianna Nannini
lancia il suo Inno

MILANO Per la location del video del singolo "La fine del mondo", in rotazione radiofonica dal 7 dicembre scorso, aveva scelto la Valle d'Intelvi, sulla Vetta della Sighignola.
Uno scenario suggestivo, con il suo Balcone d'Italia che guarda la distesa del Ceresio e Lugano seminascosta da una fitta nebbia che ha reso la clip quasi irreale.
Ieri (martedì) mattina, a Milano, a due anni da "Io e te", Gianna Nannini ha presentato il nuovo album, "Inno", in uscita martedì 15 gennaio in Italia e in Europa: dodici brani inediti più lo strumentale "Chorale" in apertura, tutti scritti da lei stessa, Pacifico, Isabella Santacroce e Tiziano Ferro (autore del testo di "Nostrastoria").
"Inno" è il titolo dell'album e del brano che auspica una rinascita. «È un inno alla celebrazione della vita che arriva e che passa - spiega la cantante - L'amore è come la vita. Nasce, muore e rinasce».
Il testo di "Tornerai" è ispirato al libro "L'addio" di Elsa Morante.
Il cd si chiude con "Sex drugs and beneficenza". "Ninna nein" è dedicato alla figlia Penelope.
«Non ne voleva sapere di dormire e ho cantato questa ninna nanna che, in verità, ha scritto lei perchè diceva «nein» perchè non le piacevano le armonie e ho dovuto cambiare le parole finchè non è stata soddisfatta. Mia madre dice che Penny ha una voce più bella della mia».
Ad aprile la Nannini tornerà in tour: il brano "Baciami qui" aprirà i concerti. Il 26 e 27 la rocker arriverà al Mediolanum Forum di Assago, il 30 al Palaolimpico di Torino e il 3 maggio all'Arena di Verona.

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags