Mercoledì 09 Gennaio 2013

Cassina Rizzardi verso il voto
Il sindaco: «Mi ricandido»

Cassina Rizzardi - Cassina Rizzardi si prepara al voto, le elezioni comunali per scegliere il nuovo sindaco si terranno questa primavera. L'unica certezza si chiama Paolo De Cecchi, attuale primo cittadino che si ripresenterà per conquistare il suo secondo mandato.
Così annuncia: «Vogliamo completare il programma che ci eravamo prefissati in questi primi anni di amministrazione. Sarò sostenuto dalle stesse forze civiche e dalle stesse persone». Seppur ridotte di numero perché, con le nuove leggi in tempi di spending review, è concesso candidare un massimo di otto persone contro le dodici di prima.
De Cecchi, sindaco dal 2008, vuole avere tempo per sistemare l'acquedotto, il campo sportivo e restaurare il palazzo delle case popolari, tenendo lontana la politica.
«Oggi chi parla di politica salta dalla finestra. Non abbiamo orientamenti, ci dedichiamo solo alla buona amministrazione. Davanti a un bicchiere poi si può anche discutere di politica». Dopo tanti anni invece non siederà di sicuro in consiglio Federico Penati, lo storico consigliere di minoranza salta almeno una legislatura per problemi personali legati anche alla salute: «Per ora non me la sento, in futuro si vedrà. Comunque sia il mio gruppo, che è civico, ma per ispirazione vicino al centrosinistra, si sta organizzando. Ci saremo di sicuro».
Penati, consigliere assai attivo, trae un bilancio di questa legislatura: «Abbiamo dialogato con questa giunta, era possibile discutere e vedere le carte. Abbiamo certo avuto duri scontri, specialmente all'inizio, ma per esempio sono membro del consiglio del parco del Lura, carica di solito assegnata alla sola maggioranza». Per due elezioni consecutive il gruppo di Penati ha candidato Fiorella Biesuz, lei non vorrebbe essere ancora l'aspirante sindaco: «È prematuro, mi piacerebbe però che altri dietro di me si proponessero. Il mio auspicio è che a Cassina corrano due sole liste, non tre, vorrei trovare un accordo con altre persone per cambiare il nostro gruppo, senza fermarci ai colori politici che in un piccolo paese non ci sono».
Una lista che unisca le due minoranze pur con ideali diversi? Per Biesuz non è impossibile. Ma tra le tante assenze sicure nella nuova politica di Cassina si aggiunge quella di Benedetto Monti, già sindaco per 24 anni e candidato alla scorsa tornata per una lista civica ispirata proprio al centrodestra.
Dice addio alla politica: «Preferisco fare il nonno» assicura Monti che ha abbandonato tutte le cariche nell'amministrazione pubblica. Restano però i suoi due consiglieri di minoranza, e il capogruppo Fedele Sala potrebbe preparare nuovamente una lista per concorrere alle elezioni.

s.ferrari

© riproduzione riservata