Martedì 29 Gennaio 2013

Sontuoso Blue Note
I Quintorigo e Ron

MILANO Tre grandi appuntamenti per chiudere il gennaio del Blue Note di via Borsieri 37 a Milano: protagonisti i Quintorigo, stasera, Joyce E. Yuille, domani, e Ron, giovedì, che presenterà il nuovo album.
"Quintorigo Experience" è il titolo del nuovo album dell'eclettico quartetto che, dopo avere reso omaggio all'arte compositiva di Charles Mingus, si concentra su un altro grande: Jimi Hendrix. L'aspetto più peculiare è che, come nella tradizione di un gruppo che ama stupire sempre il pubblico, non c'è chitarra in organico, valorizzando, quindi, le composizioni rispetto al virtuosisimo di quello che è ancora oggi considerato un modello insuperabile.
Andrea Costa (violino), Gionata Costa (violoncello), Stefano Ricci (contrabbasso) e Valentino Bianchi (sassofoni) hanno un nuovo vocalist, Moris Pradella e alcuni ospiti come Vincenzo Vasi, l'esperto di theremin lanciato da Capossela, e Eric Mingus, il figlio di Charles, a chiudere il cerchio. In repertorio classici del mancino di Seattle come "Foxy lady", "Purple haze", "Voodoo child" e l'immancabile "Hey Joe" (concerto alle 21, apertura alle 19.30, biglietti a 27 euro, ridotti a 22 se acquistati con formula "advance", due ore prima dello spettacolo).
Jazz e soul nelle corde della newyorkese Yuille, un gradito ritorno il suo, in concerto sempre alle 21 (biglietti a biglietti a 27 euro, "advance" a 22 euro).
Cantautore tra i più amati, quarant'anni di carriera alle spalle, Ron presenta al Blue Note il nuovo album che esce oggi. Si intitola "Way Out", è stato registrato dall'artista in veste più intimistica che mai: nel salotto di casa con una formazione che lo accompagnerà anche sul palco, Alessandro Valle (chitarra), Fabio Coppini (pianoforte), Giovanna Famulari (violoncello), Roberto Gallinelli (basso) e il grande Elio Rivagli (batteria).
Il cd arriva dopo un silenzio durato quasi un lustro e si tratta di un'opera molto particolare in cui Ron guarda ai nuovi autori della scena inglese e americana, alcuni noti anche dalle nostre parti, ma non celeberrimi come Badly Drawn Boy, Alexi Murdoch e John Mayer, ma anche Damien Rice e Jamie Cullum di cui è ripresa "Gran Torino", scritta per l'omonimo film capolavoro di Clint Eastwood.
Ospite un amico, ex Timoria Omar Pedrini che canta in "Orgoglio antiproiettile" del rapper K'naan. Due set, alle 21 e alle 23 (biglietti a 30 euro, in  "advance" a 25 euro).
Febbraio si aprirà con un altro habitué del locale meneghino, Nick The Nightfly che guiderà la sua Montecarlo Nights Orchestra per due concerti a sera, venerdì e sabato mentre domenica l'appuntamento è imperdibile per i fan dei Genesis di Peter Gabriel: alle 21 i Get'em Out ripropongono l'album "Selling England by the pound" nota per nota, canzone per canzone. Infoline 02-69.01.68.88 e www.bluenotemilano.com.
Alessio Brunialti

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags